Allegri: “L’andata non conta nulla, giocheremo per vincere ma con lucidità”

Allegri: “L’andata non conta nulla, giocheremo per vincere ma con lucidità”

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa alla vigilia della gara con l’Ajax.

“Dybala dal 1′? Può giocare lui, Kean o nessuno dei due”.
Sui dubbi di formazione. “Se gioca uno tra Kean e Dybala, è normale che uno tra De Sciglio e Cancelo sta fuori. Altrimenti possono giocare De Sciglio e Cancelo insieme. Fino a domattina però non decido”.
Sulla gara di domani. “La gara d’andata non conta niente: domani servirà rispetto per l’Ajax quando difenderemo nella nostra metà campo. Poi servirà lucidità: sarà una partita infinita, loro giocheranno fino alla fine per vincere e anche noi. Ci sarà bisogno di tutti, di chi giocherà, di chi andrà in panchina e dei tifosi. Sarà una serata importante per il raggiungimento di un risultato straordinario, domani è ancora più importante che con l’Atletico. Dovremo difendere tutti insieme”.
Sulla sfida. “All’andata ero certo che ci sarebbe stato un gol, credo che stavolta sarà lo stesso. Dovremo stare più attenti in fase difensiva”.
Su Cristiano Ronaldo. “Sta meglio fisicamente, sicuramente. Ha una qualità straordinaria: al momento della partita diventa un altro giocatore, glielo si legge in faccia. Il capitano? Se Dybala gioca sarà lui, altrimenti Bonucci. Le gerarchie dei capitani non le so più di tanto…”.
Un’analisi della partita. “Loro hanno fatto meglio a Madrid che in casa, forse perché dovevano recuperare o perché erano spensierati. Dovremo far bene quando aggrediremo, non ci sarà gestione: sarà un colpo noi e uno loro, anzi. Tre noi e uno loro, che è meglio. Servirà una gara fisica, dovremo fargli sentire la fisicità. Tecnicamente, invece, potevamo e dovevamo fare meglio”.
Su Mandzukic “Chi è convocato sta bene. Mario ha un problema al ginocchio, oggi ha provato, si è fermato. In queste gare servono giocatori sani: non posso perdere una sostituzione, chi va in campo deve essere una iena. Chi gioca al suo posto? Dipende da domattina, un’idea ora ce l’ho, magari stasera la cambio, domattina la ricambio, non lo so…”.
Su Douglas Costa “No, non gioca dal 1′: dopo Amsterdam si è fatto male, non è nelle migliori condizioni. Spero domattina, nella rifinitura, che mi dia delle garanzie per averlo per 30′. Anche in 30′ diventa determinante”.
Su Cristiano Ronaldo “Era anomalo che la Juve uscisse con Ronaldo che in Champions aveva segnato solo un gol. Infatti ne ha fatti 3 con l’Atletico e uno ad Amsterdam. Fortunatamente ce lo abbiamo noi…”.
Su De Jong. “E’ molto bravo ma non cambia niente: noi dobbiamo vincere e passare il turno, con o senza De Jong. Servirà una partita fisica, molto fisica”.
Su Spinazzola. “Domani gioca Alex Sandro. Leonardo ha giocato bene con l’Atletico ma il dispendio di energie avuto gli ha provocato un rimbalzo. Lo stesso Rugani, dopo Amsterdam, ha avuto una settimana dove ha dovuto riposare, recuperando energie fisiche e mentali. Serve abitudine a queste partite, è impossibile”.
Su Dybala e su Kean. “Le motivazioni ci sono: domani serve correre, che aiuta sempre, mettendosi a disposizione. Dobbiamo difendere tutti insieme ma l’aspetto motivazionale è importante. Non serve l’allenatore per dirlo…”.
Sui deserti dell’Ajax. “Può essere Kean, facendo una partita diversa, può essere Dybala, per farne una diversa ancora o nessuno dei due. Devi uscire dalla prima pressione per trovare spazi, ad Amsterdam lo abbiamo fatto a tratti e servirà farlo meglio.”


La redazione di IamNaples.it

Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google