ANTEPRIMA – Il Napoli torna al complesso sportivo “Nuova Audax” di Casoria

Domani a Roma l'incontro per riaprire definitivamente il centro

Avevamo già raccontato il disastro sportivo e sociale della chiusura per falle burocratiche del complesso sportivo “Nuova Audax” di Casoria, una vera e propria oasi nel deserto del “pallone” con lo stadio “San Mauro” chiuso da dodici anni nella cittadina a nord di Napoli. 

Tale struttura ospitava tante realtà, tra cui il settore giovanile del Napoli; si allenavano a Casoria la Berretti di Felice Mollo, gli Allievi Regionali di Pompilio Cusano, i Giovanissimi Regionali di Cimmaruta ed i Giovanissimi Regionali Fascia B di Sorano. Queste ultime due compagini disputavano a Casoria anche le gare di campionato. Da domani queste giovanili torneranno sul campo in erba artificiale del complesso “Nuova Audax” per allenarsi, riacquistando così la giusta continuità del terreno di gioco e dell’ambiente in cui compiere la preparazione fisica e tecnica alle partite dei propri campionati. Il tecnico della Berretti Felice Mollo qualche settimana fa ai microfoni di Iamnaples ha attribuito il calo dei suoi ragazzi nelle sconfitte contro il Barletta e Chieti, intervallate dal pareggio contro l’Andria, proprio alle difficoltà nel cambiare continuamente la sede ed il terreno di gioco dei propri allenamenti. 

La vera sfida per recuperare completamente il centro casoriano, un fiore all’occhiello considerando il basso livello di tanti complessi sportivi della Campania, si compierà mercoledì tra il presidente del”LND- Servizi Laboratorio Impianti Sportivi Settore Progetti” Antonio Armeni e la proprietà del “Nuova Audax” a Via Po, 36 a Roma. Infatti, dopo che un paio di settimane fa, si è riaperto l’Audax per gli allenamenti, ma adesso l’obiettivo è riconsegnarlo al calcio a tutti gli effetti, potendo così disputare anche le gare di campionato.

I responsabili del centro di Casoria, dove è di casa la scuola calcio “Luigi Vitale”, dovranno mettere a posto la strada documentale ed amministrativa per omologare il campo ad erba artificiale. Servirà da parte dei proprietari della struttura un esborso di 28150 euro più Iva per i costi di collaudo sottofondo e di deroga all’utilizzo del campo in attesa dei test tecnici per l’omologazione. La proprietà andrà a Roma con la volontà di trovare per un accordo per versare tutte le somme dovute, anche rateizzandole. Se, come sembra, si raggiungerà l’intesa, si procederà alla consegna in ordine della documentazione amministrativa, che permetterà la concessione sotto deroga dell’omologazione, in attesa dei test tecnici. Se durante la trattativa non sorgeranno problemi, come sembra, vista la disponibilità di entrambe le parti, mercoledì sera potrebbe arrivare già l’autorizzazione per disputare le gare previste nel weekend. 

Il Napoli, comunque, disputerà i propri incontri ancora al “Kennedy”, per poi tornare, in caso di lieto fine negli uffici romani,  a Casoria.

Attendono la possibilità di tornare ad utilizzare il proprio campo, oltre al Napoli e alla “Luigi Vitale”, anche la scuola calcio “Arenaccia”, mentre hanno abbandonato il “Nuova Audax” le realtà vomeresi “Europa” e “Verna”.

 

Ciro Troise

 

 

STufano
Sartoria Italiana
Vesux
gestione sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.