Antonio Corbo: “La suscettibilità caratteriale di Mazzarri è un limite”

È intervenuto ai microfoni di Si gonfia la rete, in onda sulle frequenze di Radio CRC, il giornalista de “La Repubblica” Antonio Corbo. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di Iamnaples.it:

 

Schierare in mezzo al campo Dzemaili e Behrami è una scelta saggia, sono due calciatori affidabili ed è importante avere un buon filtro in mezzo al campo. Rolando? Si tratta di un centrale ed ha dato buona prova di sé nel campionato portoghese. Io credo che non possa giocare nella difesa a tre se non come centrale, appunto. In una linea a quattro il portoghese può fare molto bene. Io non sono contrario alla difesa a tre, anzi, questa impostazione, però, funziona bene quando gli esterni viaggiano a mille e la squadra avversaria gioca con due punte, nei rimanenti casi meglio la difesa a quattro. Il Napoli è reduce da una figuraccia, adesso ci vuole la serietà di recuperare la digintà. Mazzarri? Il toscano è u  ottimo tecnico, dovrebbe soltanto cullarsi meno sugli allori e pensare a crescere sul campo di anno in anno senza pensare a quanto bene fatto in passato. Futuro? I tifosi aspettano la conferma di Mazzarri che qui è cresciuto. Il suo carattere suscettibile a critiche non lo rende idoneo per le grandi piazze”.

 

La Redazione

L.D.M.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.