Aronica, il rinnovo si fa attendere

Pedala in silenzio Salvatore Aronica (nella foto). Il difensore palermitano sta  vivendo una seconda giovinezza nel Napoli attuale ma di rinnovo proprio non  se ne parla. Il siciliano è in scadenza di contratto e se la società non dovesse chiamarlo per discutere, a fine stagione cambierà casacca così come è capitano  lo scorso anno con Pazienza. Non pressa Toto, preferisce aspettare il momento  opportuno per parlare del suo futuro. Molto probabilmente ha avuto qualche  promessa dal club. A quanto pare sente la fiducia della dirigenza e quindi non si preoccupa più di tanto. Le richieste per Aronica non mancano. Addirittura c’è  chi lo vorrebbe  già a gennaio. L’Atalanta non ha mai nascosto le sue velleità. Pierpaolo Marino lo conosce bene e l’esperienza del palermitano potrebbe  tornare utile a Stefano Colantuono. L’ex direttore generale partenopeo sa che  può prenderlo nel mercato di riparazione promettendogli almeno tre anni di  contratto. Toto, però, si sta godendo la Champions da titolare e quindi non se la  sente di mollare a metà stagione. Sulle tracce di Aronica c’è anche il Siena. Un altro ex, Perinetti, lo vorrebbe al centro del reparto arretrato in coppia con Contini, vecchia conoscenza dei partenopei. Di sicuro è motivo di soddisfazione   per il diretto interessato avere tutte queste richieste. A giugno scorso sembrava  dover vivere una stagione da seconda scelta ed invece l’infortunio di Britos l’ha  aiutato non poco. Il lungo stop dell’uruguaiano gli ha aperto le porte della  formazione titolare. Conoscendo la programmazione del Napoli, comunque, al  massimo gli potrà allungare il contratto per un altro anno. Già trentaduenne, Aronica non rientra nei piani societari. Sarebbe un regalo di De Laurentiis così  come è capitato per Grava. Per rinnovare il contratto a Cannavaro, allora  28enne, c’è voluto un bel po’ di tempo. A curare gli interessi del siciliano è  – Alessandro Moggi. Il manager aspetterà ancora un po’ dopodiché deciderà il da  farsi. Pure perché certi tipi di situazioni si risolvono almeno alla fine del girone  d’andata. Considerato che al giro di boa mancano tre turni, allora a fine gennaio  si conoscerà il futuro di Aronica. Può anche darsi che nei prossimi giorni ci sia  qualche incontro. Toto, comunque, continua a pedalare in silenzio. Lui è un  portatore d’acqua che grazie alla volontà e all’esperienza sta vivendo una  vecchiaia” dorata. In Champions ha tenuto testa a fior fior di big e vorrebbe  esserci pure contro il Chelsea, sia al San Paolo che in Inghilterra.

Fonte: Il Roma

La Redazione

M.V.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google