Azzurrini, bene in Coppa e leader in campionato

Azzurrini, bene in Coppa e leader in campionato

AVERSA – Ipoteca il passaggio agli ottavi di finale di Coppa Italia il Napoli due varato da Saurini in perfetto stile Mazzarri. Lascia a riposo i big l’allenatore azzurro senza l’ungherese Novothny impegnato con la nazionale e il capocannoniere Roberto Insigne inizialmente in panchina. Spazio all’inedito tridente Tutino-Scielzo-Del Bono in un 4-3-3 che gira a meraviglia anche con protagonisti diversi. E’ il solito Napoli, autoritario e ficcante che mette, nel giro di una manciata di minuti, alle corde un Catania troppo rinunciatario, nonostante l’ottimo lavoro di Zekovic. E’ devastante la progressione azzurra con l’uno-due che si materializza poco prima dell’intervallo come inevitabile conseguenza per l’enorme mole di gioco sviluppato.
Al 39′ Nicolao, tra i migliori in campo, sfonda sulla sinistra e mette al centro verso Del Bono che in semirovesciata fulmina l’incolpevole Ficarra. Neanche il tempo di riorganizzarsi per il Catania che il Napoli piazza il bis cinque minuti dopo. Gaetano centralmente trova il corridoio perfetto per Tutino che spiazza il portiere nel confronto ravvicinato. Sul velluto la ripresa per un Napoli vulnerabile quando abbassa la tensione. Al secondo Cabalceta di testa colpisce il palo. Saurino inserisce Roberto Insigne poco dopo il quarto d’ora e il fratello d’arte impiega tre minuti per provare i riflessi di Ficarra con un insidioso tiro a giro. Nel finale Dei Giudici espelle ingiustamente Romano per un secondo giallo che doveva essere diretto a Palmiero. L’attaccante salterà il ritorno a Torre del Grifo in programma il sette novembre. La vincente incontrerà la Lazio.

AL COMANDO – C’è poco tempo per riposarsi. Sabato, infatti, sempre allo stadio “Bisceglia” il Napoli ospiterà la Reggina con l’unico obiettivo di confermarsi in vetta al raggruppamento C. E’ un impegno sulla carta abbordabile per gli azzurrini che devono ancora recuperare la partita contro la Lazio (impegnata ad Ascoli) rinviata lo scorso 13 ottobre per i tanti calciatori convocati nelle rispettive nazionali.

RENDIMENTO DA GRANDE – Con i biancocelesti il Napoli condivide il migliore attacco del girone con 20 reti realizzate in sette partite, con un media di quasi tre gol a partita (2,86). Il gruppo affidato a Saurini, rispetto ai capitolini (che vantano la migliore difesa con appena 4 gol incassati), ha un punto in virtù delle sei vittorie conquistate (e una sconfitta subita a Pescara 1-3) e in casa non ha mai concesso sconti realizzando 13 gol e subendone appena 3. Inoltre, fino ad ora il Napoli in campionato è sempre andato almeno una volta a segno.

CANNONIERE – E’ Roberto Insigne, 18 anni lo scorso 11 maggio, la stella della Primavera partenopea. L’attaccante, un predestinato come il fratello Lorenzo, ha già realizzato nove reti in campionato..

Napoli-Catania 2-0

NAPOLI (4-3-3): Contini; Guardiglio, Celiento, Savarise, Nicolao; Palmiero, Romano, Gaetano (22′ st Palma); Tutino (32′ st Lasicki), Scielzo, Del Bono (16′ st R. Insigne). A disp.: Crispino, Cretella, Di Stasio, Allegra, Fornito, La Torre, D’Auria, All.: Saurini

CATANIA (4-3-3): Ficarra; De Matteis, Cabalceta, Mozzicato, Ambra; Cannone (5′ st Barisic), (28′ st Di Bella), Gallo, Garufi; Gargiulo, Zekovic (5′ st Aveni), Caruso. A disp.: Boualleque, Bonaventura, D’Ancora, Canale. All.: Pulvirenti.

ARBITRO: Dei Giudici di Latina.

Guardalinee: Garito e Vettorel.

MARCATORI: 39′ pt Del Bono, 44′ pt Tutino.

ESPULSO: al 45′ st Romano (N) per doppia ammonizione.

AMMONITO: Mozzicato (C).

NOTE: spettatori un centinaio circa (diversi addetti ai lavori). Rec.: pt 0′; st 4′.

Fonte: Corriere dello  Sport

La Redazione

A.S.

 


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google