Banti non sbaglia mai (o quasi) col Napoli, ma poca attenzione quando dirige il Milan

Dopo l’ennesima prestazione poco convincente di Mazzoleni al “San Paolo”, per la sfida che vedrà il Napoli affrontare il Cagliari in Sardegna, è stato designato l’arbitro Banti della sezione di Livorno.

Luca Banti, 37 anni, ha fatto il suo esordio nella massima serie il 29 maggio 2005, arbitrando Juventus-Cagliari 4-2. Internazionale dal 2009, il fischietto di Livorno vanta 89 presenze in Serie A. In questo inizio di campionato l’arbitro toscano ha diretto 3 gare, nelle quali ha avuto una direzione di gara all’inglese che lo ha portato ad estrarre pochi cartellini e a giudicare regolari alcuni falli in area, che invece erano da sanzionare con il rigore.

Banti vanta10 precedenti con il Napoli, con un bilancio di 5 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte. L’avventura del fischietto livornese con il Napoli inizia nel settembre 2006, con una vittoria fuori casa per 1-0 contro lo Spezia in Serie B. Continua il trend positivo del Napoli con Banti con la vittoria contro il Pescara nello stesso campionato sempre per 1-0 con una direzione di gara, come la precedente, senza macchia e senza gloria. La prima partita in A dell’arbitro toscano con il Napoli è nel gennaio 2008, proprio contro il Cagliari in Sardegna, Banti dirige bene la gara, qualche dubbio sulla punizione che porta al 2-1 finale la squadra sarda. L’arbitro di Livorno dirige bene gli azzurri nelle successive due gare, male invece in Napoli-Bologna 1-1 del febbraio 2009, quando non vede un chiaro fallo di mano di Volpi prima del gol del pareggio di Di Vaio, ma una partita sbagliata ci può stare e Banti si riprende in quella dopo, Roma-Napoli 2-1 dell’ottobre 2009, ancora una volta fischia bene senza inficiare sul risultato finale. Un ruolino invidiabile quello di Banti, almeno fino a marzo 2010, il Napoli sfida la Fiorentina al “San Paolo” con la banda Mazzarri che va in vantaggio con Lavezzi e poi l’arbitro livornese non vede un rigore nettissimo sullo stesso Pocho che avrebbe portato al raddoppio, con Gilardino poi che trova il gol del pareggio che apre la strada alla vittoria dei Viola per 3-1. Dalla Fiorentina alla Fiorentina, nel campionato scorso il fischietto toscano viene designato nuovamente per Napoli-Fiorentina, ma questa volta non sbaglia e tranne qualche piccola sbavatura, tiene bene la partita. L’ultima gara arbitrata da Banti con il Napoli è stata Napoli-Lazio della stagione scorsa, il rocambolesco 4-3 del Ciuccio contro gli Aquilotti di Reja è una partita che tutti i tifosi partenopei ricorderanno negli anni a venire, i biancocelesti recriminarono molto sul gol fantasma non assegnato a Brocchi, un errore grave è vero, ma bisogna ricordare che l’autogol di Aronica, che aveva portato comunque la Lazio in vantaggio, è arrivato dopo pochissimi secondi dall’episodio incriminato, senza tralasciare che Zarate si aggiusta il pallone con un braccio prima del suo gol, giustissimi invece il rigore e la conseguente espulsione.

Nel suo cammino con il Napoli, Banti ha avuto un percorso più che positivo, qualche incidente durante il tragitto è ammissibile. Dobbiamo solo augurare all’arbitro toscano di poter avere lo stesso viatico con il Milan, infatti con la squadra rossonera il fischietto di Livorno ha sempre avuto qualche defaiance in favore della compagine milanese, emblematico è stato il fallo di mano di Robinho in Chievo-Milan della scorsa stagione, nell’azione del suo gol il brasiliano stoppa la palla con un braccio sotto gli occhi di Banti, ma resta inspiegabile come l’arbitro posizionato a meno di dieci metri e senza nessun ostacolo non abbia fischiato la punizione, regalando al Milan i tre punti che hanno contribuito alla vittoria finale del campionato.

Raffaele Di Guida   

 

 

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google