Behrami: “In media bevo quattro caffè al giorno, ma a volte esagero e…”

Sai perché mi batte il corazon? « Ho visto Maradona, ho visto Maradona…». Se l’è cavata alla grande come ragazzo della curva del San Paolo, Valon Behrami, ai microfoni dell’emittente svizzero-italiana, Radio3i. Il centrocampista del Napoli ha giocato insieme con lo speaker dimostrando, oltre alle ormai arcinote qualità calcistiche, anche simpatia e ironia.
Ma non solo: «Non amo molto i soprannomi, ma il popolo azzurro mi chiama spesso guerriero per il carattere e il mio modo di giocare: ecco, per lo spirito combattivo mi riconoscono in questa definizione». E ancora: un paio di confessioni divertenti, nel carnet. «In media, bevo quattro caffè al giorno, ma capita spesso che esageri e me ne accorgo subito… la palpebra comincia a muoversi da sola!».
Il caffè rende nervosi. «Prima e dopo le partite dormo poco: se esagero, finisco con l’essere troppo rilassato». E per il suo modo di vivere la sfida, come un guerriero per l’appunto, sarebbe negativo. Poi, gran finale canoro dedicato a Maradona: «Uè, mammà, innamorato son?». Promosso a pieni voti. Behrami affronterà venerdì l’Islanda e martedì prossimo la Norvegia insieme con Inler e Dzemaili: la Svizzera è a caccia della qualificazione al Mondiale.

Fonte: Corriere dello Sport.

La Redazione.

D.G

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.