Benitez applaude Insigne

Il tecnico spagnolo è rimasto stregato dalle magie del folletto napoletano

In Spagna, dopo la pennellata artistica che ha regalato la prima vittoria all’Under 21, un giornale autorevole ha titolato così: «Insigne de oro». Che ricorda vagamente un niño, pure lui «de oro», che un po’ di anni fa ha lasciato qualche traccia (indelebile) nel mondo del calcio. Vabbè, suggestioni ispaniche a parte, Lorenzo Insigne ha in effetti due cose dorate: il piede destro, che ha regalato il successo alla Nazionale di Mangia con l’Inghilterra, e poi la capigliatura modello Righeira «Vamos a la playa».

COLLEGAMENTI – Alla spiaggia – la «playa» per l’appunto – Lorenzo e i suoi colleghi ci sono andati sul serio in Israele: tra un allenamento e l’altro, per un po’ di relax, approfittando della posizione dell’Hotel Sharon, affacciato sul mare di Herzliya, la cittadina a nord di Tel Aviv che ospita il ritiro della giovane Italia. Un tuffo, una passeggiata, quattro calci all’immancabile pallone e via: lavoro e poi ancora. E collegamenti audio-video con Frattaminore, Napoli, la casa e la culla di suo figlio Carmine: lunghe sessioni dallo smartphone, dal tablet e dal computer portatile, immancabili compagni d’avventura, tanto per mitigare un po’ la nostalgia. 
APPUNTAMENTO AL BUIO – Se il cammino della Nazionale proseguirà in un certo modo, però, non è escluso l’abbraccio israeliano: nel caso di un’eventuale sfida davvero importante, di quelle che valgono un piazzamento, per intenderci, sua moglie Jenny sta infatti valutando l’ipotesi di raggiungerlo insieme con i genitori, Carmine e Patrizia, e con il manager, Antonio Ottaiano. Si vedrà. La scaramanzia, per il momento impone cautela. 
IL RETROSCENA – E allora, le certezze. Quelle che raccontano di un Insigne formato mundial, altro che europeo: sta bene, benissimo, e continua a recitare da leader. Questa è soprattutto la sua Nazionale: «Sostituirlo? Mah, mi deve fare proprio arrabbiare» , ha detto Mangia dopo la partita incalzato dalle domande. Beh, in effetti il destino ci ha messo lo zampino: perché a quanto pare, prima del gol del vantaggio, Lorenzo era davvero in procinto di uscire. Due chiacchiere, due parole, il confronto e via: il leader resta in campo e fa il capolavoro. Decisivo. 
RAFA INTERESSATO – Punizione alla Del Piero, la sua. Alla Maradona. Alla Insigne, se vogliamo: un destro a giro sul primo palo pilotato da una mano invisibile, altro che storie, che ha portato vittoria, morale e punti fondamentali in vista del prossimo futuro. Un colpetto di classe pura, cristallina, vera e rara che ha fatto sorridere anche Rafa Benitez. Certificato: il nuovo tecnico del Napoli guarda tutto e ha guardato anche l’Under e la firma del suo prossimo allievo non avrà fatto altro che confermare anche a lui quanto pregiata sia la stoffa in questione. 
GLI INCONTRI – Ecco, fondamentale sarà l’abbraccio (ideale) con il nuovo allenatore: perché, inutile girarci intorno, nonostante l’entusiasmo e la gioia, Insigne ha sofferto la mancanza di continuità nel suo primo anno di Napoli. Ha sofferto le consegne tattiche che Mazzarri disegnava per lui. Non è un caso che in Under 21, libero di creare e di dare sfogo alla sua vena di artista del calcio, la vita gli cambi puntualmente. Per parlare con Rafa, comunque, di tempo ce n’è in abbondanza. Come con De Laurentiis: dopo l’Europeo e le vacanze, già programmate non lontano da Napoli, Lorenzo e il suo entourage hanno infatti chiesto di incontrare il presidente. Fino ad allora, però, sarà solo corsa all’oro. Insigne de oro. Europeo. 
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.
Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.