Benitez guarda avanti senza fare drammi. Al Ferraris rientrano i titolari per tornare subito a vincere

Una giornata storta, una partita giocata male, questo il messaggio che filtra da Castelvolturno. Niente drammi, soprattutto convinzioni immutate sulla forza della squadra e sulla qualità del lavoro. Messaggi positivi per rafforzare l’autostima dopo la serataccia contro il Sassuolo.
Solito copione della ripresa della preparazione. Benitez ha radunato la squadra a centrocampo, giusto qualche parola, un discorso di pochi minuti e poi il lavoro di scarico per chi ha giocato, più intenso per tutti quanti gli altri. Niente processi e niente parole grosse, Rafa era lo stesso dei postpartita dopo i trionfi su Milan e Borussia Dortmund. L’equilibrio è nel suo Dna e prova a trasferirlo al gruppo sempre, in ogni momento, in ogni circostanza, in caso di vittorie per evitare di alimentare troppo entusiasmo e in caso di sconfitta per evitare flessioni nel morale.
Rafa però sa benissimo tutto quello che non ha funzionato contro il Sassuolo, avrà rivisto le immagini del match con il suo staff insieme a quelle del Genoa, avversario domani sera degli azzurri al Ferraris. Diversi i motivi del flop contro il Sassuolo. Un calo mentale dopo le grandi imprese firmate contro Borussia Dortmund e Milan, coinciso con la flessione atletica dopo tante partite ravvicinate ad alto livello. Gli scompensi determinati dall’eccessivo turnover: i problemi registrati inanzitutto dalla coppia di difensori centrali Fernandez-Cannavaro e l’assoluta mancanza di filtro a centrocampo, dove l’assenza di Behrami si nota in maniera evidente perchè Dzemaili copre poco. E poi la stanchezza di alcuni uomini chiave, Hamsik su tutti. Spenti un paio di giocatori rappresentativi (vedi Pandev) e soprattutto troppo evidente la differenza di qualità in alcuni ruoli chiave (in difesa Albiol è indispensabile): queste le motivazioni principali che hanno portato al passo indietro evidentissimo di tutto il Napoli contro il Sassuolo.
E Rafa sta già pensando alla formazione anti-Genoa, anche se la deciderà come sempre solo all’ultimo momento. Certi i rientri di Zuniga in difesa da laterale (forse a destra con Armero a sinistra) della coppia difensiva centrale Albiol-Britos, a centrocampo di Behrami in coppia con Inler e in attacco di Callejon e Insigne. Insomma, tornano tutti i titolari, mentre potrebbe rifiatare un titolarissimo, Hamsik. Molto più difficile pensare all’esclusione iniziale di Higuain (ma non impossibile), anche perchè il Pipita è apparso comunque tonico. Il colombiano Zapata è pronto e avrà spazio ma ciò dovrebbe avvenire a partita in corso.
Il ritorno dei titolari ma soprattutto dello spirito Napoli, quello mostrato in campionato e Champions League fino alla notte magica del Meazza. Benitez ci crede, la squadra pure. Tutti pronti a ripartire.
Fonte: Il Mattino

La Redazione
L.D.M.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.