Benitez: “L’Inghilterra può battere l’Italia, ma devono arginare Pirlo”

Rafa Benitez, dalle colonne del Daily Mail espone la sua analisi su Italia-Inghilterra di stasera. Ecco quanto tradotto da IamNaples.it:

A Manaus potrebbero esserci temporali, la temperatura sarà sui trenta gradi e l’umidità molto elevata. A preoccuare sarà anche l’erba. In Brasile è più spessa ed alta, e cambia la velocità della palla. Ci sarà bisogno di muovere la palla con decisione, velocemente e con grande precisione. Andrea Pirlo e Daniele De Rossi hanno queste qualità, ma Steven Gerrard sarà la chiave della partitaLui può lanciare lungo con precisione e quindi potrebbe rivelarsi decisivo. Chi avrà il maggior controllo della sfera potrà essere il vincitore.

Ho visto l’Inghilterra col 4-2-3-1 e col 4-3-3, a volte hanno giocato anche col 4-4-2. I componenti dei vari moduli restano gli stessi. Gerrard sarà il faro del centrocampo, chi sarà al suo fianco garantirà copertura alla difesa quando lui avanzerà. Il problema è che l’Italia è imprevedibile. Sono davvero bravi, e reiscono adattarsi agli avversari. Hanno un centrocampo folto, con la Fluminense hanno giocato col 4-3-3 ed hanno segnato cinque reti. Hanno giocatori in grado di giocare in diversi moduli.Prandelli ha mantenuto le radici del calcio italiano: loro sono forti in difesa, ma hanno qualità in avanti, forse anche maggiore rispetto a quella delle precedenti squadre italiane.

Ciro Immobile e Lorenzo Insigne, che gioca con me a Napoli, hanno giocato insieme in attacco nella partitella di allenamento del mercoledì, mentre Marco Verratti rientrava da un infortunio. Contro l’Inghilterrà Candreva sosterrà l’attacco. Se l’Inghilterra ferma Pirlo riesce a vincere la partita. Questo è quello che sento, ma ho paura non sia cosi facile. In Italia le squadre vanno a uomo su Pirlo, eppure la Juve ha altri buoni giocatori che possono sviluppare il gioco.  Pirlo ha una tale esperienza che riesce sempre a trovare qualche varco. L’Italia dispone anche di De Rossi, in grado di aiutare la squadra in difesa ma l’Inghilterra ha qualità per far preoccupare l’Italia, piuttosto che preoccuparsi lei di Pirlo. A centrocampo Gerrard può dominare, Lampard è intelligente ed in grado di trovare spazio mentre gli attaccanti dovranno essere intelligenti a trovare i movimenti giusti. Questa sarà la chiave di lettura della gara. Pirlo ha segnato sette gol su calcio di punizione, è un pericolo evidente, ma anche Mario Balotelli è molto forte.

Le immagini dello stadio Arena Amazonia a Manaus non sono confortanti. Le chiazze di sabbia, intervallate dall’erba, fanno intendere che la palla non scorrerà velocemente. La secchezza del terreno rallenterà il suo giro, bisognerà essere più precisi e veloci nei passaggi.

 

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.