Biasin: “Non c’è bisogno di far sentire Koulibaly una specie protetta”

Il giornalista ha parlato di Koulibaly nel suo editoriale per TMW

Fabrizio Biasin, giornalista di Libero, nel suo editoriale per Tuttomercatoweb.com ha scritto testuali parole riguardo la situazione venutasi a creare dopo i fischi razzisti a Kalidou Koulibaly: “L’ultima cosa minimamente seria che volevo dire è che da una settimana “siamo tutti Koulibaly” e “siamo tutti Meité”, ma “siamo più Koulibaly che Meité e non è giusto!” e siamo tutti qualcosa o qualcuno ma invece, forse, dovremmo solo imparare a non vergognarci di essere noi stessi. Se sei “fatto bene” non hai bisogno di essere “nessun altro” perché rispetti tutti e hai già il rispetto di tutti, compreso quello di coloro che periodicamente vengono offesi e di sicuro non hanno bisogno di fasce da capitano “offerte” o di attestati di solidarietà che lasciano il tempo che trovano: io “non sono Koulibaly” perché non ho bisogno di farlo sentire “specie protetta” o “diverso” o “poverino, diamogli una carezza”. Che poi, magari fossi Koulibaly, sarei un centrale difensivo con i controcazzi e invece sono un giornalista pelato, attualmente in baita”.

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.