Bigon a Londra, ultimo assalto a Capoue: è ballottaggio con Ralf

Bigon a Londra, ultimo assalto a Capoue: è ballottaggio con Ralf

Stadio di Yokohama, 16 dicembre del 2012. Quella notte giapponese scocca il feeling tra Rafa Benitez e Ralf de Souza Teles, classe 1984, candidato a vestire entro sei giorni la maglia azzurra. Attenzione: candidato, ma non ancora sicuro. Perché lui ha già detto di sì, ma il Corinthians non ha nessuna intenzione di cederlo per meno di 6 milioni di euro (compresi di bonus). Riccardo Bigon ieri sera ha scambiato subito dopo la gara con il Chievo l’ultima chiacchierata dal vivo con Benitez. Da oggi il direttore sportivo parte per Milano pronto alla volata finale che a questo punto, volendo, può davvero dare al tecnico spagnolo almeno uno dei due uomini in più inseguiti da luglio: un centrocampista e un difensore. La prima partita che si gioca oggi è Ralf-Capoue da giocare su due tavoli. L’acquisto del brasiliano, nelle intenzioni del Napoli andrà fatte praticamente in contemporanea alla certezza che il francese non si muove dal Tottenham. Insomma, non la prenda a male il brasiliano, ma resta una seconda scelta. L’arrivo di Capoue a sua volta è legato alla faccenda Guarin che pare debba andare in Inghilterra proprio agli Spurs.

Napoli e Brasile. Oggi, al massimo martedì, dovrebbe essere il giorno X: perché non è escluso l’incontro, a Milano, fra Napoli e Corinthians. E perché è prevedibile nelle prossime ore un blitz a Londra del ds Bigon per seguire da vicino la trattativa, già molto ben avviata in queste settimane per Capoue. Il Tottenham ha da tempo in mano un’offerta scritta (ma non del tutto soddisfacente) per la cessione di Capoue da parte del club azzurro, ma prima vuole comprare: Guarin, ma anche altro. 15 i milioni richiesti dagli Spurs (che però inserirebbero volentieri Pandev nell’operazione).

Poi c’è pur sempre la tentazione Gonalons: il manager Guerra non fa passare giorno senza sollecitare il Napoli a riaprire la trattativa con il Lione. Bigon è stato chiaro: se Aulas vuole cedere il giocatore, deve venderlo a 11 milioni. E non più 13. Il patron francese ha già detto di no. Ma questa è una vicenda che gestisce direttamente De Laurentiis che ha contatti con Aulas perché il presidente del Lione è stato a lungo numero uno del G14 del calcio europeo. In queste ore, il cellulare di Bigon è caldissimo: offerti uno dopo l’altro Kondogbia del Monaco, Krychowiak dello Stade de Reims, Alderwireld dell’Atletico Madrid e Vainqueur dello Standard Liegi.

Fonte: Il Mattino


Studente di “Lettere Moderne” presso l’Università Federico II è giornalista pubblicista da Gennaio 2012; Arbitro Ufficiale della Federazione Italiana Pallacanestro dal 2006. Sposa il progetto di IamNaples.it nell’Agosto del 2010. Collabora, come redattore, con Casoriadue Settimanale da Settembre del 2009, curando nel ruolo di web master il sito della suddetta testata.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google