Brighi: arbitro dal giallo facile, ma positivo il suo percorso con il Napoli

Per la sfida di lunedì sera al “San Paolo” contro il Bologna è stato designato come direttore di gara l’arbitro Christian Brighi della sezione di Cesena.

Brighi ha fatto il suo esordio in Serie A nel dicembre del 2003 in Sampdoria-Siena 2-1 e d’allora ha totalizzato 92 presenze nella massima serie con una media di circa un rigore ogni cinque partite ed una espulsione ogni tre.

In questa stagione sono sette le gare dirette sin qui dall’arbitro romagnolo, che sta disputando un buon campionato ad eccezione di qualche episodio, eclatante è il gol annullato ingiustamente in rovesciata ad Osvaldo anche se le colpe sono da distribuire tra l’arbitro e soprattutto l’assistente di linea.

Sono sei i precedenti del fischietto cesenate con il Napoli con un bilancio di due vittorie, tre pareggi ed una sola sconfitta. Impeccabile al suo esordio con i partenopei in Serie B nel match Napoli-Venezia 1-1 del dicembre del 2002. Ancora bene nelle altre due gare di B arbitrate da Brighi, Napoli-Verona 2-2 del gennaio 2004 e Napoli-Atalanta 0-0 nel novembre dello stesso anno, partita giocata nel nome di Diego Armando Maradona, a lungo invocato durante tutta la partita dalla tifoseria azzurra.

Nella sua prima in A con i partenopei Brighi conferma il suo cammino felice, sfoderando un’altra buona prestazione in Napoli-Catania 2-0 del novembre 2007. Arbitraggio molto discutibile invece quello di Atalanta-Napoli 3-1 del novembre 2008, Brighi sbaglia quasi tutto ai danni di entrambe le squadre, espelle al 21′ del secondo tempo Zalayeta per due cartellini gialli molto discutibili e ammonisce solamente Manfredini sul fallo da rigore ai danni di Lavezzi, manca molti gialli e ne mostra altri quando non è il caso, facendo meritare al direttore di gara un voto ampiamente sotto la sufficienza. L’ultima partita arbitrata da Brighi con il Napoli risale a più di un anno fa, Genoa-Napoli 0-1 del dicembre 2010, l’arbitro di Cesena dimostra che la partita di Bergamo è stato solo uno spiacevole episodio e dirige una gara in linea con la sua ottima media.

Analizzando i precedenti di Brighi con il Napoli e le sue recenti prestazioni possiamo dire che il direttore di gara romagnolo sembra essere un arbitro all’altezza della sfida che lo attende, arbitro dal giallo facile ad inizio gara, caratteristica che gli consente il più delle volte di tenere in pugno le partite, unico appunto che gli si può fare è che qualche volta gli sfugge qualche contatto proibito.

Raffaele Di Guida

 

 

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google