Calcio e Finanza – Spagna, rivoluzione stadi: investiti 1,7 mld di euro

Lo ha riferito CalcioeFinanza.it

Dopo quello sperimentato con i Mondiali del 1982, la Spagna sta vivendo un nuovo processo di riqualificazione dei suoi stadi. Lo scrive “El Mundo”, ricordano che negli ultimi sei anni i club della Liga hanno investito o impegnato circa 1,7 miliardi di euro nell’ammodernamento dei loro stadi o nella costruzione di nuovi impianti.

La motivazione di questa nuova spinta è principalmente economica e deriva dalla nuova ripartizione dei diritti televisivi, che ha portato nuove risorse nelle casse delle società. I criteri di distribuzione hanno inoltre incoraggiato i club ad espandere la capienza dei loro impianti.

Parte del denaro viene divisa tra i 20 club in base ai ricavi da biglietti e abbonamenti, quindi più posti ha uno stadio, maggiori sono le possibilità che il club si aggiudichi una fetta più grande della torta. In questi ultimi sei anni, i 20 stadi della Liga hanno visto crescere (o prevedono di aumentare) le loro capacità di circa 81.000 spettatori, il 16,2% in più.

Inoltre, la Liga ha approvato un regolamento per la trasmissione televisiva che fissa una serie di esigenze per gli stadi. A partire da nuove postazioni per le telecamere, fino ad arrivare alle migliorie da apportare agli impianti di illuminazione.

Per quanto riguarda le modalità di riqualificazione, “El Mundo” spiega che la maggior parte dei club ha optato – anche spendendo di più in alcuni casi – per rinnovare i vecchi impianti. Questo per le difficoltà nel trovare un suolo disponibile e connesso alle città grazie al trasporto pubblico, e non va tralasciato il fattore sentimentale.

In ogni caso, il processo è solo all’inizio. Oltre alle riforme già previste, ci sono club con progetti più ambiziosi in fase di studio rispetto a quelli realizzati finora, che saranno portati avanti nei prossimi anni. E, all’orizzonte, la possibilità che la Spagna ospiti la Coppa del Mondo 2030, per chiudere un cerchio, come nel 1982.

Fonte: CalcioeFinanza.it

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.