Calciopoli, ecco la telefonata killer di Moggi! Inter, Rodomonti e…

Eccola, allora la telefonata killer di cui parlava moggi: domani si torna in aula a Napoli per l’udienza in cui il difensore di Moggi, Maurilio Prioreschi (a ottobre toccherà all’altro, Paolo Trofino) cercherà di demolire il teorema accusatorio. Dopo le telefonate sparite, i baffi scomparsi o mal gestiti da chi conduceva l’indagine ecco la telefonata che fa capire tutto. Carraro (prosciolto anche dalla Cassazione per queste telefonate) chiede a Bergamo il 26 novembre 2004 che in Inter-Juve «per carità non si favorisca la Juventus» e il designatore livornese che doveva essere l’accolito principale di Moggi, che è l’architrave del teorema d’accusa di tutta risposta parla prima del match col l’arbitro di Inter-Juve, Rodomonti e l’indicazione nel dubbio è di mettersi dalla parte di chi allora inseguiva in classifica – dopo 13 giornate – con un distacco abissale di 15 punti. Insomma l’Inter era già fuori dalla lotta per lo scudetto mentre la Juve guidava col Milan alle calcagna e l’indicazione non è di favorire la Juve o restarsene a metà strada, nel dubbio. In realtà Rodomonti sbaglierà qualcosa a sfavore della Juve, come testimonia la moviola che qui pubblichiamo fatta al telefono da Collina (non certo un amico della Juve) a Pairetto. In ogni caso altro che associazione esclusiva volta a favorire la Juve, altro che inquinamento del campionato a favore dei bianconeri. Leggete la telefonata e fatevi un’idea: se è stato assolto Carraro per aver chiesto di non favorire la Juve per carità… Per la cronaca nonostante la mancata espulsione di Toldo, da «rosso al 100 per 100» per Collina e Pairetto e un rigore reclamato da Moratti, l’unico a fare polemica.   Telefonata Bergamo-Arbitro Pasquale Rodomonti DD.5205 ore 17.24 28-11-2004  

B. Stai preparando bene la partita?

R. Sì, sì, sì…  

B. Hai visto qualcosa oggi mentre ti riposavi?

R. No, ho visto quasi niente…  

B. Però, mi raccomando… Hai faticato tanto per arrivare lì… Per ritornarci, e quindi io mi aspetti, credimi, che tu non sbagli niente.

R. Mi fa immensamente piacere quello che hai detto, perché è la verità.  

B. Oltretutto, c’è una differenza di 15 punti tra le due squadre, capito? Quindi anche psicologicamente preparatici bene.

R. Va’ bene, tranquillo…  

B. Le fatiche che hai durato non le devi mettere in discussione, fa la tua partita, non ce n’è per nessuno, e, se ti dico proprio la mia, in questo momento, se hai un dubbio, pensa più a chi è dietro piuttosto che chi è davanti, dammi retta!

R. Va bene, parola d’onore, va bene, sta tranquillo.  

B. E’ una cosa che rimane tra me e te… Arrivare lassù lo sai quanto sia faticoso, e ritornare giù sarebbe per te proprio stupido. Fa la persona intelligente!

R. Perfetto, ho capito tutto!  

B. La cosa rimane tra me e te, come mi auguro.

R. Vai tranquillo… No, no, tranquillo, io non parlo mai con gli altri di me.

B. Io ci conto, perché è soltanto una scelta per te, credimi, devi pensare a te stesso in questo momento.

La Redazione

P.S.

Fonte: Calciomercato.com

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google