Calcioscommesse, c’è anche Rosati tra i 10 nuovi accusati dal procuratore Palazzi

C’è anche il portiere del Napoli Antonio Rosati, vice De Sanctis per due stagioni e non convocato per il ritiro di Dimaro in attesa della cessione al Sassuolo, nel gruppo degli ultimi deferiti dalla Procura federale nell’ambito del filone del calcioscommesse. Il procuratore Stefano Palazzi ha messo sotto accusa otto tesserati: si tratta di Stefano Mauri, Omar Milanetto, Mario Cassano, Carlo Gervasoni, Alessandro Zamperini, Massimiliano Benassi, Stefano Ferrario e, appunto, Rosati. A Mauri e Zamperini la Procura contesta anche la violazione dei principi di lealtà, correttezza e probità e l’articolo relativo al divieto di effettuare scommesse. Per responsabilità oggettivo sono state deferite Lazio, Genoa e Lecce.
Sono due le partite sotto accusa: Lazio-Genoa del 18 maggio 2011 e Lecce-Lazio 22 maggio 2011. Il deferimento deciso da Stefano Palazzi prende le mosse dall’inchiesta avviata due anni fa dalla Procura di Cremona su una serie di partite ritenute truccate. Lazio-Genoa finì 4-2 con il team di casa abulico nel primo tempo e per tre volte in gol in pochi minuti nella ripresa sempre con qualche esitazione della difesa del Genoa. All’89’, poi, l’ultima distrazione, quando un tiro di Criscito venne “spizzato” da Floro Flores e fu 4-2. Secondo l’accusa la sera prima della partita ci sarebbe stato un intenso scambio di telefonate fra Gervasoni, Zamperini, Mauri e il macedone Hristian Ilievski ritenuto affiliato a un clan di slavi dediti alle scommesse clandestine, e Dan Seet Eng, ritenuto il re delle scommesse a Singapore.
Lecce-Lazio finì 2-4. La Lazio andò in vantaggio con Rocchi, ma al 33′ pareggiò il Lecce. Prima dell’intervallo ci furono due gol in sei minuti, dal 35′ al 41′, prima Zarate e poi Piatti. Furono un rigore ed un’autorete a determinare la vittoria della formazione romana. Prima Benassi atterrò Rocchi, facendosi espellere e dando a Zarate l’opportunità del 2-3, poi la “svirgolata” di Vives sul corner di Zarate che valse la quarta rete dei laziali.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.