CALCIOSCOMMESSE- Riaperte le indagini a Bari: Gillet, Ranocchia, Gazzi e Barreto a rischio

La procura Federale torna al lavoro sul secondo filone barese del calcio scommesse. Stefano Palazzi ed il suo pool ha emesso la sua sentenza. In queste ore le lettere dei deferimenti stanno arrivando a destinazione. Tra gli altri, secondo indiscrezioni, per il portiere Francois Gillet, attualmente al Torino ma al tempo dei fatti a Bari, la richiesta della procura sarebbe quella dell’illecito sportivo. Rischia oltre tre anni di squalifica.

Se così fosse, per il portiere belga, che ha appena compiuto 34 anni, vorrebbe dire chiudere in anticipo la carriera. Mentre per Gazzi, Barreto e Ranocchia, le cui posizioni sono state archiviate penalmente, la giustizia sportiva riscontrerebbe la pena dell’omessa denuncia. Sei mesi di squalifica.
Palazzi ha, quindi, sposato in pieno la linea portata avanti dalla Procura barese che a fine maggio ha rinviato a giudizio 27 persone, in pratica tutta la squadra del Bari che ha disputato i campionati di serie A e B tra il 2008 ed il 2011. Il reato contestato è quello di concorso in frode sportiva. Processo penale che avrà inizio ai primi di ottobre. Non quello sportivo che partirà a metà giugno. Le presunte combine in questione riguardano Bari-Treviso del 2008 e Salernitana-Bari del 2009. Secondo gli inquirenti la prima partita sarebbe stata venduta dai baresi per 300 mila euro, per la seconda sarebbero stati versati invece tra i 200 e i 250 mila euro, divisi dai calciatori una settimana dopo l’incontro.
Le altre due presunte partite truccate del campionato di serie A 2010/2011 sono Palermo-Bari e Bari-Sampdoria. Secondo l’accusa i calciatori biancorossi incassarono complessivamente 140mila euro. Per metà giugno, invece, saranno pronti gli altri deferimenti che riguardano il terzo filone cremonese sul calcioscommesse e verranno prese decisioni in merito alle partite Lazio-Genoa e Lecce-Lazio che vede tra gli imputati, tra gli altri, il capitano della formazione biancoceleste Stefano Mauri. Nelle intenzioni della procura ci sono due aspetti da non sottovalutare: Il primo è quello di tutelare le società che non rischierebbero punti di penalizzazione per la prossima stagione. Mentre per i tesserati molto dipenderà da quello che deciderà la procura di Cremona che, se dovesse rinviare tutti a processo, avrà un ruolo fondamentale sulle richieste di deferimento del procuratore federale Stefano Palazzi.

 

Fonte: Sportmediaset.it

La Redazione

L.D.M.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.