Carmine Martino: “Ci vorrà un finale decoroso per non rovinare tutto”

Il collega di Radio Marte: "Cavani è l'ombra di se stesso"

Parla a Radio Marte il collega Carmine Martino sulla prestazione incolore di ieri. Ecco quanto sottolineato da Iamnaples.it.:

“La gara di ieri è stata la peggiore dell’era Mazzarri, mai visto una squadra così stanca e poco motivata, la stagione è stata buona ma il finale rischia di essere negativo e secondo me bisognerà onorare le gare per non rovinare tutto. La difesa è ormai l’emblema del momento buio degli azzurri, troppi errori e Grava ha giocato davvero male, nonostante che Mazzarri lo abbia cambiato di ruolo ma Moralez lo ha messo davvero in crisi. Anche il centrocampo è stato abulico però  non ha colpe relative, visto che non si salva nessuno. In attacco solo Lavezzi ha salvato l’onore della squadra, Cavani è in una fase evolutiva, è l’ombra di se stesso e quelle parole post-Catania mi sono rimaste in presso. Pandev stava giocando bene ma il rosso ha rovinato la sua prestazione. Il Napoli ha mollato in campionato e a meno di clamorosi colpi di scena sarà difficile riprendere la strada giusta. Il tifoso azzurro è arrabbiato perchè Roma e Inter stanno lottando per il terzo posto e questo lascia l’amaro in bocca”.

La Redazione

A.S.

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.