Cavani avvisa la Juve: “Domenica vinco io”

Cavani avvisa la Juve: “Domenica vinco io”

Le bugie non sono ammesse. No, e l’uomo di fede lo sa. Vive nella verità e per la verità. E guai a mentire o a mistificare. Guai a tradire una parola data. Siamo pronti? « Prego ». Chi vincerà Juve-Napoli? « Vince il Napoli ». La promessa di Edinson Cavani.

LA TRIPLA SFIDA – La spada del Matador già brilla e fende l’aria. E’ affilata, lucidata, sguainata. E’ pronta per la Juve, che di Torino non è il Toro ma è di certo l’avversario più pericoloso e infuriato possibile. Imbattuto e con vista sullo scudetto: vede rosso vermiglio, altro che storie. E Cavani? Beh, lui canta azzurro, ed è per questo che in mente ha già il finale lieto: « Vincerà il Napoli ». E poi raddoppia: « Con la Juve ci giocheremo anche la finale di Coppa Italia: tengo tantissimo a conquistare un trofeo con questa maglia ». E dunque vuole batterla due volte. « Sarà un’esperienza unica. Ma ora pensiamo alla partita di domenica: rivogliamo il terzo posto e la Champions ».
IL CHIARIMENTO – Non va per il sottile, il signor Cavani. E del resto sarebbe un esercizio di incoerenza per uno che, un istante dopo il pareggio con il Catania, ha pubblicamente lamentato la mancanza di un’adeguata voglia di vincere della squadra. Il chiarimento, rilasciato ai microfoni di Radio Marte, è puntuale: « Nella vita non siamo tutti uguali, ma sono convinto che il gruppo abbia recepito il senso del mio messaggio. Non era negativo: mai pensato che i miei compagni non avessero voglia di vincere, ma in quella partita ci è mancata l’esperienza per fare risultato a tutti i costi. Possiamo migliorare sotto questo spetto ». Fame atavica, la sua. « Va al di là di tutto. Ogni giorno ».
L’ELITE EUROPA – Si nota, Cavani. Si nota anche ascoltando parole che aggiungono sale, pepe e peperoncino alla vigilia della partita con la Juve: « Per me è una sfida decisiva, e per il popolo di Napoli è molto importante. Anche mio figlio Bautista è napoletano, è nato qui. Ne sono orgoglioso: ha fatto anche il suo esordio al San Paolo, ci tenevo tanto ». Questioni personali e affettive. E poi sportive: c’è tutto in Juve-Napoli by Cavani. « Siamo sereni, concentrati, determinati: pensiamo alla vittoria con la Juventus anche perché vogliamo qualificarci ancora per la Champions. Per noi è importante tornare a sfidare le squadre migliori del mondo: è stata un’esperienza unica ».
IL FUTURO – Per caso è anche una condizione decisiva per continuare a giocare nel Napoli? « No, il mio futuro non dipende da questo, e anche se prima o poi arriverà il momento, penso soltanto a oggi: in questa città sono felice. Felice e contento. Sommerso dall’affetto della gente, cui so di dover dare qualcosa: i tifosi vogliono che io sia il loro Matador, e anche per questo mi piacerebbe lasciare un ricordo indelebile ». La Coppa Italia. « ». E il trono dei marcatori. « Ci provo. E finché Mazzarri non mi dirà il contrario, continuerò anche a battere i rigori ». A proposito del tecnico: « Ha fatto cose grandiose, adoro il suo modo di lavorare. Spero che resti ancora a lungo: grazie a lui ho più fiducia nei miei mezzi e ho migliorato il modo di concludere ». I 61 gol realizzati finora sono il manifesto.
LE CURIOSITA’ – Chiusura sul duello scudetto: « Il Milan è una grande squadra ». Pronostico Champions: « Coppa al Barça o al Bayern ». Sull’esultanza rabbiosa di Udine: « Ho scaricato la tensione sfilando la maglia. Ma non lo farò più, non è bello ». E poi l’hobby singolare: « Sono appassionato di uccelli, ho una grande voliera. Magari posso dare qualche consiglio a Del Piero, se vuole! ».
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.


La redazione di IamNaples.it

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google