Cavani: “Juventus, ti prendiamo”

L'attaccante uruguaiano: "A Roma ci sta di pareggiare, ma non siamo gli stessi per un tempo"

Il bello deve ancora venire: e febbraio è un «corto» da osservare con gli occhi spalancati sull’Europa che conta e su quell’orizzonte fasciato di tricolore. Meno cinque, però pure (soprattutto) più sei (in realtà più sette) sulla Lazio: e in questo mese in cui tutto si comprime, tranne le emozioni, c’è la sintesi del suo futuro e pure la sua rappresentazione. C’è il Viktoria Plzen e poi la Sampdoria, c’è il ritorno internazionale in Repubblica Ceca e poi c’è l’Udinese: di ventotto ce n’è uno, tutti gli altri sono in Juventus-Napoli, venerdì primo marzo, ore 20,45, la madre delle partite e pure il chiodo fisso d’una città intera e l’appuntamento cerchiato d’azzurro da Edinson Cavani. «Perdere all’Olimpico sarebbe stato un duro contraccolpo psicologico, dunque possiamo essere soddisfatti, perché restiamo aggrappati alla classifica. In caso di sconfitta, inevitabilmente, avremmo compreso che sarebbe stato tutto più difficile». 

REAZIONE – Lazio 1 e Napoli 1: pari ovunque, persino nei legni che sono andati di traverso a Floccari e ad Inler e tra loro a Cavani, frenato nell’esultanza dalla perfidia d’un destino per una notte avverso, ma vivo e vivace, a un passo dal gol negatogli da Lulic ma pienamente in corsa per regalarsi la Storia ch’è racchiusa in quella parolina che si pensa e non si dice. «Il punto va bene, non si può pensare di vincerle tutte. E’ vero che per un tempo non è apparso il Napoli di sempre, ma fa parte del gioco, il calcio è questo. E poi siamo stati bravissimi nella ripresa, nel riprendere un risultato contro un’avversaria che ha dato noia a chiunque. Il pareggio ce le teniamo stretto, perché con la Lazio non saranno in tanti a riuscire nell’impresa di far punti». Quattordici partite alla fine e il secondo posto sembra (quasi) cucito addosso: al resto, si penserà con calma… 
LA VOGLIA MATTA – Quarantacinque minuti a cercarsi, straniti, per quell’idea confusa di Napoli; poi altri quarantacinque a rincorrere l’1-1, provandoci a testa bassa, aspettando il momento buono, cogliendolo con Campagnaro e però abbracciando il Cavani del post-partita ch’è un poster di saggezza e di ottimismo, il leader dal quale lasciarsi guidare (anche) psicologicamente nelle lettura delle situazioni. «Nel primo tempo non abbiamo giocato bene, ma nella ripresa ci siamo riscattati, siamo scesi in campo più combattivi, reattivi. La vittoria sulla Fiorentina aveva già permesso alla Juventus di prendere il largo e di allungare, un insuccesso avrebbe potuto avere effetti antipatici. E invece siamo qua, con un punto in più in classifica, soddisfatti d’averlo ottenuto su un campo difficile e contro una Lazio che a tratti ha giocato meglio». 

NO PROBLEM – Tre mesi: la verità, tutta la verità e nient’altro che la verità in poco meno di cento giorni ma soprattutto di cento gol. Cavani a digiuno è una notizia clamorosa: ma a novantatré reti complessive in maglia azzurra, con ventisette perle stagionali, con il primo posto nella classifica dei cannonieri in Italia e in Europa, cosa volete che siano centottantacinque minuti di vacanze «forzate» già smaltite. «Io sono felice se quando segno aiuto il Napoli a vincere non mi preoccupo se per un po’ devo farne a meno. Sono contento egualmente quando la prodezza riesce a qualche mio compagno di squadra. Ragiono non in termini personali, ma collettivi. Ed il pareggio con la Lazio mi va bene, ci dà la possibilità di rimanere nella scia della Juventus». Di vederla un po’ meno da vicino, ma sempre a portata di mano: meno cinque, ma l’appuntamento con la Vecchia Signora è già stato fissato da un bel po’. 

Fonte: Corriere dello Sport

La Redazione

A.S.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.