Cavani: “Porterò Napoli nel cuore, ma sono a Parigi per vincere”

Finalmente è fatta: Cavani ha firmato il contratto col Paris Saint-Germain ed è stato presentato ufficialmente in una conferenza stampa ritardata di più di due ore nell’auditorio del Parco dei Principi. Colpa del ritardo? Il Napoli, ha spiegato l’ufficio stampa parigino di fronte a una platea impaziente, che non avrebbe fatto arrivare che in extremis tutti i documenti necessari per poter uffcializzare lo sbarco del Matador.
LO SCEICCO – « E’ stato un contratto difficile; poi si è tutto felicemente risolto – ha affermato il presidente della società parigina, lo sceicco Nasser al-Khelaifi – il contratto è quinquennale e adesso disponiamo di uno dei migliori calciatori al mondo ». Sorridente Lo sceicco al-Khelaifi rilancia: «Voglio la Champions entro cinque anni. Con Edinson al Psg è un traguardo che è diventato davvero possibile»il fuoriclasse uruguaiano, vestito con un completo scuro, camicia bianca senza
cravatta: Edi si è subito dichiarato felice di aver accettato le offerte del Psg, che fanno di lui il calciatore più pagato finora della Ligue 1 (si conferma a Parigi la cifra di 64 milioni di euro, 22 di più per quanto pagato per Pastore e Thiago Silva). «Sono stato affascinato dalle motivazioni che mi hanno presentato Leonardo, che si è impegnato molto in questo mio trasferimento, e il presidente: ambizioni di fare il bis nel campionato di Francia con un nuovo titolo di campione, brillare anche nelle due coppe e soprattutto raggiungere i vertici in Europa».
CHAMPIONS – «In cinque anni dobbiamo poter vincere in questa competizione – ha detto il presidente – e con Cavani ciò ci sembra non soltanto augurabile, ma possibile» . «Sono felice di far parte di questo ambizioso progetto – ha replicato il neo acquisto del Psg – apprezzo molto questa squadra piena di grandi talenti e dove ritroverò il mio amico Lavezzi, ma anche Pastore mio ex compagno del Palermo; conosco molto bene anche Lugano e gli altri, mi aiuteranno tutti a integrarmi nel migliore dei modi nella squadra ed in questa nuova città che mi piace già molto».

 

NAPOLI – Nella sua esposizione in spagnolo, che veniva tradotta in francese, Edi si è concesso una parentesi in italiano quando il capocannoniere della serie A ha voluto salutare Napoli, la sua squadra ed il suo pubblico: «Ho vissuto a Napoli tre anni spettacolari della mia carriera, ne ho un ricordo fantastico e me lo porterò sempre nel cuore. Avrò sempre voglia di tornare a vedere la gente a cui voglio bene. Ma in un calciatore ci sono ambizioni e obiettivi, io ho voluto puntare sempre più in alto e qui a Parigi queste cose le vedo più vicine. Auguro al presidente De Laurentiis, a Napoli, bellissima città che ti stimola ad andare avanti, alla squadra, che è un’eccellente formazione, le migliori fortune. Il fatto di giocare nel campionato francese, in una formazione destinata a far parte dell’élite mondiale, mi permetterà di progredire ancora di più come atleta. Darò il massimo per riuscire a raggiungere tutti i nostri obiettivi; Ibra è un campione di livello mondiale: mi farà un grande piacere giocare con lui con cui spero di formare un tandem offensivo esemplare».
IBRA RESTA? – Ma lo svedese resterà al Psg? Il presidente al-Khelaifi non ha dato attualmente alcuna risposta. «Le partenze di Ancelotti e Leonardo (che ha lasciato ufficialmente ieri i suoi incarichi di direttore sportivo dal Psg, invece dell’annunciato 2 settembre) non incidono minimamente sulle mie ambizioni. Darò il massimo. Leonardo e Blanc si sono impegnati molto per realizzare il contratto (5 anni e 10 milioni di stipendio all’anno)». Chi sarà il miglior bomber della Ligue 1 con le presenze di Cavani, Ibra e Falcao nel Monaco? «Difficile da dire, di sicuro è facile immaginare che si segneranno moltissimi gol» ha chiuso l’uruguaiano

Fonte: Corriere dello Sport

La Redazione

G.D.S.

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.