CdS – Ballottaggio Moscardelli-Paloschi

CHIEVO Pellissier non sembra poter recuperare dall’infortunio alla coscia sinistra

Fermare Ca­vani, questo è il problema. Bisogna scomodare il caro vecchio Shakespeare per risolvere il dilemma che frulla nella testa di Mim­mo Di Carlo alla vigilia di Chievo- Napoli. Il tecnico dei clivensi ha vissuto una domenica in chiaroscuro e un lunedì di riflessione. Prima la sconfitta al foto­finish contro il Parma di Giovinco; poi l’eclatante vittoria del Napoli del­l’uruguaiano sui campioni d’Italia. Ieri, invece, un’in­tera giornata tra campo e scrivania, ad interrogare il teschio nella mano e ca­pire come fermare la su­per squadra vista al San Paolo. Una bella gatta da pelare, soprattutto se al proprio arco mancherà la freccia- Pellissier. Contro il Parma, il capitano dei gialloblù è uscito nel primo tem­po per una forte contu­sione alla coscia sini­stra, dopo aver provato a restare in campo per una decina di minuti. Il numero 31 diffi­cilmente ci sarà contro il Napoli e ciò toglierebbe a Di Carlo la punta di dia­mante, nonché il fonda­mentale finalizzatore del­la squadra. Ieri mattina, all’immediata ripresa del lavoro, Pellissier non si è allenato e solo un miraco­lo stile San Gennaro po­trebbe risolvere il proble­ma e renderlo disponibile almeno per la panchina.

LA SCELTA –Il tecnico ha fe­de, ma sta già pensando a come sostituirlo. Al Tardi­ni è entrato Paloschi, che ha segnato la rete del mo­mentaneo pareggio. Nella ripresa, invece, lo ha af­fiancato Moscardelli, che ha dimostrato freschezzae buoni movimenti. La scelta non è facile e solo la rifinitura di oggi pomerig­gio, a porte chiuse, scio­glierà i dubbi dell’allena­tore. Al fianco di Thereau, autore di un’ottima presta­zione nonostante un paio di occasioni da gol sciupa­te, pare in vantaggio Mo­scardelli, almeno per quanto riguarda la dina­micità e la forma fisica evidenziata contro il Par­ma. Paloschi è andato in gol, certo, ma forse non ha ancora la cattiveria agoni­stica per essere protagoni­sta in una partita del ge­nere. In cui serve giocare bene, questo è ovvio, ma anche fare punti, dato che il Chievo è fermo a uno e ha già fallito a metà uno scontro diretto ( si è fatto rimontare dal Novara incasa).

SI PUÓ FARE – A disposi­zione di Di Carlo, anco­ra alla ricer­ca della cen­tesima vitto­ria in pan­china, è tornato anche il centrocampista peruviano Cruzado, assente in Emi­lia, un’alternativa impor­tante per lo scacchiere tat­tico clivense. Anche per­ché, a dirla tutta, il Chievo l’anno scorso è stato tra le poche squadre a mettere in difficoltà Mazzarri e ra­gazzi. Due le vittorie nelle due gare di campionato: 1 a 3 al San Paolo, con dop­pietta proprio di Pellis­sier, 2 a 0 al Bentegodi, con magia di Moscardelli, che pianse dopo la rete. Insomma, non tutte le pre­messe sono negative: il Chievo non punterà al successo, ma un pensieri­no a fermare il Napoli lo sta facendo sicuramente Shakespeare permetten­do.

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.