CdS – E sull’aereo gli azzurri ballano con… Balotelli!

Cori e danze fino all’alba con l’arrivo a Capodichino. L’attaccante ospite deve sorridere

Tutti svegli e tut­ti ad ascoltare il leit motiv dell’estate, «Danza Kuduro» di Don Omar, irradiato dal-l­’I pod di Lavezzi. Notte di baldoria sull’aereo che ri­portava a casa i protagonisti della sfida con il Manche­ster City. Dal decollo fino al­l’atterraggio a Capodichino, alle 3.50 del mattino, è stato un crescendo di battimani, cori, balletti improvvisati nel corridoio dell’aereo. Ov­viamente sono stati Lavezzi, Zuniga, Gargano a dar il via a quei ritmi latino america­ni. Ed a loro si sono uniti tut­ti gli altri, compresi i rap­presentanti degli sponsor seduti nelle ultime poltrone, nonchè la delegazione del comune capeggiata dal sin­daco De Magistris. Gioco­forza si è dovuto adeguare anche Mario Balotelli che aveva chiesto di essere ospi­tato a bordo dell’airbus del­l’Alitalia per rispondere alla convocazione in Procura in riferimento ad un suo blitz a Scampia mesi fa. No, su quell’aereo era vietato chiu­dere gli occhi. Troppo gran­de la soddisfazione per aver inchiodato e fatto tremare la formazione di Mancini. Per­sino un pò di rammarico per una vittoria mancata. La gioia era stampata sul viso di tutti, da Cannavaro ad Aronica, da De Sanctis a Campagnaro, da Zuniga a Gargano, questi ultimi due alla prima da titolare della stagione. Nessuno aveva vo­glia di dormire, tanta l’adre­nalina ancora viva.

A MALINCUORE… –E Balotelli è stato costretto a sorridere quando qualcuno della co­mitiva, scherzando, gli ha sconsigliato di saltare anche la gara di ritorno.

«Meglio che resti fuori anche al San Paolo. Lì non faremo sconti ».

E l’ex attaccante dell’Inter, partecipando allo scherzo, ha risposto:

«Vi ser­ve un’altra punta per caso?».

Insomma si sono sprecate battute e sfottò nella notte che ha riportato il Napoli a casa. Tra i bersagli preferi­ti, Beppe Mascara, preso di mira dagli italiani, mentre Walter Gargano è stato tor­turato da Lavezzi e Cavani. Mazzarri, seduto in prima fila, ha fatto finta di non ve­dere e sentire ma era con­tento nel constatare quanto il gruppo fosse unito anchenel festeggiare quell’ennesi­ma prestazione da incorni­ciare. A bordo dell’areo c’erano anche il figlio del presidente Edoardo, il dg Fassone ed il ds Bigon, non­chè gli altri dipendenti al se­guito. E poi i rappresentanti degli sponsor, capitanati da Nicola Arnone dell’Acqua Lete. Le due ore e mezza di volo da Manchester a Napo­li sono volate via in un bale­no.

L’ARRIVO –La comitiva è giunta quasi all’alba a Capo­dichino. E qui c’erano una centinaio di tifosi ad atten­dere gli azzurri. Per lo più giovanissimi.« Dopo aver visto la partita siamo corsi qui per ringraziare i ragaz­zi. Nessuno di noi aveva vo­glia di andare a dormire. Ma quando usciranno La­vezzi e soci? », ha chiesto uno di loro. In realtà, il tor­pedone ha prelevato la squadra sulla pista lascian­do l’aeroporto da un’uscita secondaria. Un pò di delu­sione tra chi si era sottopo­sto alla veglia per applaudi­re i giocatori ma tanto era l’entusiasmo per il pari col­to a Manchester che nessu­no ha osato protestare. Intanto, ieri, in città deci­ne di tifosi si sono riversati ai botteghini per acquistare i biglietti per la gara con il Milan (da oggi sono in ven­dita anche quelli con il Vil­larreal in Champions) ed anche davanti alle edicole per registrare i commenti della prestazione dei loro beniamini in Inghilterra. L’euforia era visibile sul vol­to di tutti anche da parte di chi non segue da vicino le sorti del Napoli mentre co­loro che erano rientrati da Manchester raccontavano l’accoglienza ricevuta al­l’Etihad nonchè il delirio collettivo nel vedere Cavani andare in gol proprio sotto il settore da loro occupato.

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.