CdS – Ecco chi fa correre il Napoli

Giuseppe Pondrelli, preparatore atletico: computer e qualità del lavoro alla base del successo

Da quel note­book non si stacca mai. Giuseppe Pondrelli, pre­paratore atletico del Na­poli, vi custodisce tutti i dati accumulati in oltre quindici anni di attività. Li aggiorna, li raffronta, li modifica di volta in volta. Nello stesso note­book vi sono inseriti i test atletici effettuati periodica­mente sui calciatori. E soprattutto ci sono le schede per­sonali di ogni singolo atleta rac­chiuse in tante cartelle. Il prof. Pondrelli, emiliano di Budrio, annota tutto. E poi si regola di conseguen­za quando va a program­mare il lavoro sul campo.

CORRERE – Se il Napoli cor­re tanto, sa essere esplosi­vo e resistente alla veloci­tà, lo si deve all’applica­zione con cui il preparato­re atletico svolge il pro­prio lavoro al fianco di Mazzarri. « Ormai è da tempo che gli allenamen­ti si basano sull’esigenza dei singoli e non più sul gruppo. Con gli impegni ravvicinati, poi, occorre gestire il recupero delle energie, non si può fare un lavoro specifico. Ed in questo caso l’esperienza conta tanto. Si punta sem­pre di più sulla qualità delle esercitazioni piutto­sto che sulla quantità. Quella la si fa durante il ritiro estivo » , ha spesso confidato l’uomo che fa volare il Napoli, colui che previene gli infortuni, lo stesso che di anno in anno apporta pic­cole modifi­che agli al­lenamenti in modo da ottimizzare il rendimen­to dei cal­ciatori.

Da que­st’anno ad esempio è cambiata la tipologia di riscalda­mento pre­gara. Diver­sificata da calciatore a calciatore; da reparto a reparto. E preziosa si è ri­velata la collaborazione di una figura professionale ingaggiata due estati fa: Enzo Concina, ex calciato­re, profondo conoscitore della materia, convinto da Mazzarri a rientrare nel calcio dopo un’esperienza da manager per conto di una nota azienda nel ramo della telecomunicazione nel Nord-Est.

STRATEGIE – E’ stato Pon­drelli, d’intesa con Maz­zarri, a chiedere alla so­cietà di organizzare dei voli charter per le trasfer­te, nazionali e non, in mo­do da rientrare immedia­tamente dopo le partite. Tanto, i giocatori impiega­no tempo per smaltire l’adrenalina di una gara e tanto vale rientrare a casa ( anche se in piena notte) in modo da essere pronti per l’allenamento del giorno dopo.

Sempre Pondrelli, d’in­tesa con il medico sociale De Nicola, è intervenuto nell’alimentazione della squadra. Ha voluto che si recuperassero carboidra­ti immediatamente dopo lo sforzo di una partita ( pasta asciutta negli spo­gliatoi); consumo di frutta fresca dopo ogni allena­mento; verdure a volontà. Pondrelli, ex insegnante Isef, conobbe Mazzarri al­le giovanili del Bologna. E da allora non si sono più staccati. Nel frattempo si diplomò al corso di Cover­ciano. Fu lui a riportare Cassano in peso forma quando arrivò alla Samp; sempre lui a recuperare giocatori reduci da brutti infortuni ( Bellucci ed al­tri). Uno studioso di meto­dologie di allenamenti; uno professionista umile ed aperto ad ogni confron­to, in particolare con col­leghi stranieri (è stato an­che in Inghilterra, al Chel­sea, per verificare i meto­di di preparazione). Meri­to suo se Maggio, Garga­no e soci corrono tanto ma lui si schernisce sempre:

«No, il merito è esclusiva­mente dei ragazzi che si allenano con tanto scru­polo anche se non manca mai l’allegria», confida spesso.

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport


Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.