CdS – Maggio in serata di grazia e immenso Gargano

9 Cavani –Si era conge­dato dal San Paolo con una tripletta alla La­zio il 3 aprile. Cinque mesi dopo cala un altro tris, stavolta più pesante, delizioso, da vero re del gol. Dopo Manchester, il Matador sale sugli scudi anche a Fuorigrotta. Una partita da incorniciare che manda in visibiliotutto lo stadio.

8 Mazzarri (all.) –Il suo Na­poli è un capolavoro di calcio moderno: attento in fase passiva, micidiale nelle ripartenze, impla­cabile sotto rete. E’ il col­lettivo che esalta i singo­li: quello che il tecnico toscano vuole dai suoi ra­gazzi.

7,5 Maggio –Si esibisce nella sponda aerea da cui nasce il vantaggio del Napoli. Gioca una partita sagace sotto il profilo tat­tico.

7,5 Gargano –Progressione mostruosa nell’azione del raddoppio conclusa con l’ assist al bacio per Cavani. A centrocampo diventa uno stantuffo inesauribile. Tiene d’oc­chio Van Bommel e non solo lui.

7 De Sanctis –Prodigioso nell’uscita di piede su Aquilani, non ha colpe specifiche sul gol, riesce a districarsi anche fuori dei pali

7 Campagnaro –Dalle sue parti si fiondano a turno Pato e Cassano ma non perde mai la bussola. Preciso ed ordinato nel­l’uscire palla al piede
7 Cannavaro –
S’accorge anche dell’inserimento di Aquilani nell’azione del vantaggio rossonero ma non riesce ad inter­venire in tempo. L’arbi­tro lo grazia su un fallo di mani in area.

7 Aronica –Costretto a fare gli straordinari per tene­re a bada Cassano. S’aiu­ta con il mestiere in più di un’occasione e non va tanto per il sottile quan­do deve spazzare l’area. Giganteggia nella ripre­sa.

7 Dossena –Esprime le co­se migliori quando è lui ad attaccare Abate. Nella ripresa si fa apprezzare anche in fase difensiva.

7 Hamsik –In avvio segue Seedorf limitando di molto il raggio d’azione dell’olandese. Poi si spo­sta in avanti e comincia a diventare un pericolo costante per la difesa rossonera

7 Lavezzi –Si vede che non è il solito Pocho, eppure incide abbastanza nella partita. Suo il calcio da fermo da cui nasce la combinazione per il pri­mo gol. Più intrapren­dente nella ripresa, sep­pure con punte di egoi­smo.

6,5 Inler –Il centrocampi­sta svizzero è troppo con­dizionato dal dover limi­tare Aquilani, che perde anche in occasione del gol. Riesce a fatica a far ripartire l’azione ma tira fuori i muscoli quando s’accende la bagarre.

6,5 Dzemaili –Si cala nella partita con lo spirito giusto.

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.