CdS – Mazzarri: “La Lazio è forte anche senza Klose”

Mazzarri accentra tutto su di sé: attenzioni degli addetti ai lavori, ansie dell’ambiente, insidie di un ciclo da brividi. E’ un modo per lasciare tranquilla la squadra e non caricarla di pressioni.
«Per quanto mi riguarda – dice – sono concentrato solo sulla partita con la Lazio ma in campo non vado io, ci vanno i ragazzi che ormai sono intelligenti e maturi per capire quali rischi si corrono e quali pericoli possono venire fuori da questa gara». Poi aggiunge: «Non posso essere nella loro testa ma i ragazzi hanno accumulato esperienze tali da saper ragionare su una gara per volta. Purtroppo devo andare a sensazioni. Non ci siamo allenati tutti insieme a causa degli impegni dei nazionali. C’è chi è arrivato giovedì e chi sta ancora per arrivare (Zuniga, ndr). In questo calcio così frenetico non ci si allena più come si vorrebbe e dovrebbe, ed un tecnico deve limitarsi a gestire la situazione o ad impartire quei pochi suggerimenti alla vigilia. Altro sarebbe poter preparare una gara per una settimana intera. Ma tant’è, bisogna adeguarsi e cercare di fare il meglio possibile».

LE QUATTRO GIORNATE – Le hanno già definite le quattro giornate di Napoli. Si comincia stasera con la Lazio, si proseguirà martedì con il Manchester City. E poi a seguire altri sette impegni fino alla sosta di Natale. Roba da forzati del pallone. Sottolinea Mazzarri: «E’ un momento importante della nostra stagione, anche se non determinante per quanto riguarda il campionato. Intanto affronteremo la prima della classe. Vogliamo fare bella figura e vincere. Ma ci tengo a ricordare che l’anno scorso quando perdemmo con la Lazio avevamo otto punti di distacco dalla stessa Lazio e sapete tutti come è finita. Si tratta di una gara insidiosa e difficile».

CONTENTO PER REJA – Non si fida di assenze pur ragguardevoli nella formazione avversaria (Klose, Dias, Mauri ed altri): «Al di là di chi c’è o non c’è, la Lazio dispone di una rosa di tutto rispetto. Ad esempio, c’è un elemento come Sculli che può metterci in difficoltà. O come Rocchi o Stankevicius che ho avuto con me. Non credo che l’assenza di uno o due giocatori possono far cambiare fisionomia ad una squadra. Anche a noi manca Britos. Piuttosto è la forza complessiva della Lazio a preoccuparci» .
C’è anche Reja sulla panchina accanto. Un ex molto benvoluto a Napoli. Ma Mazzarri non è geloso, anzi ritiene giusto che sia così: «Se lo amano ancora, significa che ha seminato bene. Nella vita nessuno ti regala niente. Sono contento che un professionista serio come Reja venga apprezzato così tanto: mi fa piacere per lui. Ma io non penso al giorno in cui andrò via da Napoli. Continuo a lavorare come ho fatto finora. Rimpianti? Forse il primo anno quando con un pizzico di fortuna saremmo potuti arrivare già in Champions. Ma va bene lo stesso. Penso di aver stabilito un bel rapporto con il pubblico».

LA SPINTA DEL PUBBLICO – Causa il rinvio con la Juve, il Napoli rimetterà piede al San Paolo dopo ventritré giorni e dopo due sconfitte consecutive (in casa del Catania e del Bayern Monaco). Anche l’ultima volta era di scena una capolista, l’Udinese, anch’essa menomata (assenti Di Natale e Domizzi). Cadde sotto i colpi di Lavezzi e Maggio. Ma soprattutto grazie al sostegno dei tifosi: «A noi piacerebbe giocare sempre in casa anche se qualche partita non è andata per il verso giusto. Il pubblico è fondamentale per l’energia che riesce a trasmetterci. Esorto i nostri tifosi a starci vicino con la Lazio ed anche dopo. Io credo che un primo bilancio possa farsi alla fine di questo ciclo». Si sofferma sui singoli: «Dovrò valutare attentamente se schierare in partenza Gargano; gestire i più giovani quali Fernandez e Fideleff; Hamsik ha lavorato bene; e Cavani e Lavezzi sono rientrati dalle nazionali con il morale alto».

 

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport

 

Sartoria Italiana
Vesux
gestione sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.