CdS – Mazzarri: “Napoli come il Barça”

La cittadella sportiva del Camp Nou lo ha colpito al cuore: «Vogliamo diventare come loro»

Appena arriva alla Ciutat  Esportiva ( la cittadella dello sport) del Barcellona per l’allenamento po­meridiano Mazzarri si guarda intorno meravi­gliato. Il centro è impo­nente. E in piena attivi­tà. Nove campi da cal­cio, un campo da basket al coperto, uffici. Qui si allenano anche Messi e compagni. Mazzarri è molto incuriosi­to. Ma è pronto per presentarsi in sa­la stampa dove l’aspettano una cin­quantina di cronisti ed una decina di tv. Indossa la maglietta del Napoli ed è tirato a lucido. «Essere a Barcellona per il Trofeo Gamper è un onore per noi, nonché una grande soddisfazione – dice –Qui hanno giocato solo grandi club. Questo significa che in questi an­ni abbiamo fatto cose importanti. Affrontere­mo la squadra più forte del mondo e sarà un test importante per ve­rificare la nostra cre­scita, capire a che pun­to è arrivata la nostra condizione e compren­dere anche come potre­mo procedere in Champions».

NAPOLI, MODELLO BARÇA –Ma è quando gli chiedono se il Napoli possa davve­ro un giorno raggiungere i livelli del Barça che si lascia andare ad una ri­flessione sincera:«Il  Barcellona è ar­rivato a questi  livelli col tempo. Ma anche loro sono ripartiti da zero. E bi­sogna dare merito ai manager ed ai di­rigenti di aver saputo portare avanti questo progetto. Più o meno quello che potrebbe fare il Napoli se prosegue nella sua crescita. In sette anni è par­tito dalla C fino ad entrare in Cham­pions dalla porta principale. Merito della gestione De Laurentiis. Di certo, continuando così potremmo giungere vicini al livello del Barcellona se non addirittura raggiungerlo. Anche per me è motivo di grande soddisfazione perché anche io in questi due anni ho raggiunto i traguardi migliori della mia carriera».Pausa. Mazzarri riflette sulle poten­zialità del suo Napoli al confronto di un club che è sicuramente tra i primi al mondo:«Giovedì scorso ho provato un’emozione enorme quando ho visto i trentamila tifosi all’allenamento. Ne parlavo con Bigon che era accanto a me in panchina. Dicevo: ma tu guarda di cosa è capace il pubblico di Napoli e dove si potrà arrivare se si crea una sinergia importante. Ho provato dav­vero qualcosa di intenso».Il tecnico toscano, in piccolo, vede il suo Napoli avviato sul modello Barcel­lona:«Anche da noi la Primavera si allena accanto alla prima squadra da un anno. E pratica le stesse teorie di gioco. Ma ci vuole tempo, Roma non si fa in un giorno». Peccato che Castel­volturno disti anni luce dalla Ciutat Esportiva. E peccato che gli investi­menti per il settore giovanile rappre­sentino pur sempre una voce minima rispetto al resto. Per ora il modello-Barça rimane un sogno dopo aver toc­cato con mano cosa sono stati capaci di realizzare i dirigenti blaugrana.

MESSI SUPER –Ma stase­ra c’è la super- sfida e dall’altra parte un ma­nipolo di campioni che sembra un’orchestra del calcio.«Come si fer­ma Messi? Speriamo sia distratto. A parte gli scherzi, Mes­si non si può limitare perché gioca in una grande squadra, a differenza del­la sua Nazionale, e quando ti sembra estraniarsi ti piazza la giocata impre­vedibile.
Ma il Napoli ha una sua fi­sionomia e non la cambierà. Il risulta­to è l’ultima cosa che ci interessa. Piuttosto dal campionato prossimo non ci saranno più titolarissimi. A par­te quei tre, aspettatevi rotazioni continue in altri settori. Gioca chi sta meglio»
. Non si sbi­lancia sulla corsa scu­detto:«Ci sono almeno quattro- cinque preten­denti ». Poi cercano di trascinarlo in polemica con Mourinho:«No, an­che qui con le trappole? Per favore, vo­glio stare in pace. Quello che doveva­mo dirci ce lo siamo detti in Italia ed è finito lì».

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport

Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.