Cds- Napoli dalla A alla Z, in un 2011 stellare

A

come ARONICA –

L’icona del Napoli di Mazzarri: ha marcato i migliori, ha stupito. Irriducibile. Ma in scadenza.

B
come BANDIERA –

Paolo Cannavaro, il capitano. Il simbolo: è il cuore di Napoli e del Napoli. Merita la Nazionale come pochi altri colleghi di ruolo.

C
come CAMPIONATO –

Croce e delizia del 2011 che va in archivio. Ha spedito gli azzurri tra i Campioni e ora fa tribolare. Un obiettivo del 2012? Riconquistarlo.

D
come DE SANCTIS –

Il quarto tenore è lui, e non in ordine d’importanza. Un’assicurazione sulla vita, un fuoriclasse del ruolo. Un’impresa su tutte? Il rigore parato a Mario Gomez. Mani sugli ottavi.

E
come EUROPA

È entrata tra le “grandi” del calcio e sta vivendo il sogno Champions

La prima tappa di un viaggio intorno al mondo. Perché il Napoli ha voglia di viaggiare. In First: la Cina e gli Emirati sono le prossime mete.

F
come FASSONE –

Il d.g., l’uomo delle relazioni e delle idee dietro le quinte, l’ambasciatore del club in Europa e nel mondo. Uomo società.

G
come GIOVANI –

La Scugnizzeria, il vivaio del 2000, è il progetto per un futuro in stile Barça. Da sviluppare al più presto.

H
come HAMSIK –

Il bambino d’oro. Il più dotato tecnicamente ma anche il più criticato dei tenori. Ingenerosamente. Programmato per vincere: ha prolungato fino al 2016.

I
come INLER –

Il giocatore più pagato della storia del Napoli di De Laurentiis con 18 milioni di euro.

L
come LAVEZZI –

La faccia del Napoli nel globo. L’ambasciatore con la clausola rescissoria da 31 milioni di euro. Scugnizzo argentino, idolo assoluto del popolo. Che trema all’idea di perderlo.

M
come MATADOR –

Cavani, per servirla. Una macchina da gol, devoto a Dio e giustiziere di portieri: 46 gol in una stagione e mezza in azzurro. Da paura.

N
come NESSUNO –

Nessuno come lui, Gianluca Grava. La favola ha il suo nome: dalla C a Vila-real. Piangendo di gioia.

O
come OUTSIDER –

Spacca pronostici, il Napoli di Champions. Era la vittima sacrificale del gruppo A, è diventata una reginetta.

P
come PRESIDENTE –

De Laurentiis ha creato il Napoli post fallimento, ridando vita ai sogni. E al futuro.

Q
come QUADRI –

E varie immagini sacre appese al muro in fondo alle scale del sottopassaggio del San Paolo verso il terreno di gioco: sono spariti di recente. Diego li baciava e non solo lui. Erano un pezzettino di storia.

R
come RECORD –

D’incassi. Quello di tutti i tempi, registrato con il Bayern Monaco: 2.541.504 milioni di euro.

S
come SAN PAOLO –

Il tempio del popolo. Il motore, la linfa, la vita del Napoli: la notte con il City è l’emblema dell’amore. Infinito. Che strappa lacrime. Da Oscar. Ogni anno di più.

T
come TECNICO –

Walter Mazzarri: stratega, psicologo, allenatore e amico. Artefice di una scalata meravigliosa, il tecnico di San Vincenzo: attualmente è impossibile pensare a un Napoli senza di lui.

U
come UNIVERSIDAD DE CHILE –

La squadra di Santiago da cui è stato acquistato Edu Vargas. Botto di fine anno.

V
come VILA-REAL –

La città della gioia e dell’impresa di Champions del 7 dicembre: 2-0, Inler e Hamsik per godere. Per eguagliare, con rispetto, la storia di Diego e company.

Z
come ZUNIGA –

La più bella scommessa vinta da Mazzarri. Sinistra o destra non importa: è la sorpresa del 2011.

 

Fonte: Corriere dello Sport

 

La Redazione

A.F.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google