CdS – Napoli delirio altra notte magica

De Laurentiis presidente-presentatore coinvolge il sindaco De Magistris e il cardinale Sepe

Il filo azzurro che lega uomini, donne e bambini e trasfor­ma il San Paolo in una Woodstock del Terzo Millennio è lo spot d’una città che calcisticamente vive im­mersa in uno stato d’euforia e quei sessantamila che si ritrovano per l’overture d’una stagione da con­segnare alla storia rappresentano la sintesi d’una pas­sione collettiva eter­na. Il benvenuto al Napoli è un festival in stile hollywoodia­no che Aurelio De Laurentiis allestisce attraverso la propria visione cinematro­grafica dell’esisten­za e in quella santabarbara che rende pirotecnica la presentazio­ne, la sacralità d’un evento popo­lare è consegnata alla benedizione dell’arcivescovo Crescenzio Sepe, che nel clima si cala con leggera ironia ( « Dio vi benedica e a ma­ronn v’accumpagn…») prima di ri­cevere in regalo da Cannavaro una maglia del Napoli autografata da tutti i calciatori: «La mettere­mo all’asta e il devoluto andrà ai poveri».


LO SHOW
– La fonte battesimale di un anno tridimensionale (da assa­porare tra campionato, Cham­pions e Coppa Italia) è quello sta­dio spalancato alla città e rappre­sentata in campo dal sindaco, Lui­gi De Magistris, fasciato in una polo azzurra, dotato d’un potere di sintesi generalmente scono­sciuta ai politici e sobrio, persino discreto, su quella scena lasciata immediatamente ai protagonisti: « Incredibile quan­ta gente sia venuta qui. Dico solo al mister e ai ragazzi che la passione può tanto».

GRAZIE, TIFOSI – Il colpo d’occhio di un san Paolo in cui la partita per una volta diviene un accessorio resta scolpito nelle sta­tistiche e i sessantamila che si so­no avviati con un paio d’ore d’an­ticipo per sostenere la standing ovation conquistano i passaggi sa­lienti del discorso introduttivo di De Laurentiis: «E’ grazie alla vo­sta passione che siamo arrivati a tagliare un traguardo storico, la Champions, che mancava da troppi anni. Giocare tra le stelle più luminose d’Europa arricchirà il nostro bagaglio umano e calci­stico. Il Napoli vuole inserirsi sta­bilmente nelle alte sfere calcisti­che, quelle che voi napoletani me­ritati. E vogliamo che la città sia simbolo di cultura, operosità, creatività , bellezza e solida con­cretezza ».

DEDICA SPECIALE – Il calcio è un det­taglio che resta ai margini dell’av­venimento e nell’orgia di senti­menti che vibrano nell’aria il flash più toccante è un luccichio nell’ani­ma lasciato brilla­re da una riflessio­ne di De Lauren­tiis: «In questo mo­mento, è doveroso inviare un messag­gio ai mariani di Procida tenuti sotto sequesto su una nave in So­malia. A loro ed alle famiglie va­da il nostro abbraccio, con l’augu­rio che presto saranno tutti quan­ti qui con noi».

BENVENUTI AL SUD – Lo stress della domenica e del risultato a pre­scindere è soppressa dalla serrata inm corso e in un san Paolo egual­mente festante c’è l’occasione giusta per non prendersi troppo sul serio, lasciando sfilare gli ido­li e consegnandoli poi alla verve di Alessandro Siani, un ciclone che s’abbate su Hamsik ( « ma a Milano che andavi a fare? » ) tra­scinato poi nell’ormai inevitabile « chi non salta rossonero è » nel quale lo slovacco finisce per reci­tare il ruolo d’attore portagonista. L’applausometro impazzito subi­sce sussulti a ripetizione, fino a deragliare con Cannavaro ed In­ler, con Cavani e La­vezzi, cullati dalle note d’uno stadio in­namorato pazzo dei tre tenori.

PAY PER VIEW BENEFICA  Il clima è un invito per le famiglie allo stadio e in quel San Paolo riempitosi praticamente in ogni seggiola, tra quei sessantami­la che osservano estasiati, come se intrufolati in una dimensione sur­reale, non c’è fotogramma fuori posto: Napoli-Palermo comincia e l’amichevole rappresenta pure l’introduzione d’un modo nuovo di vivere il calcio, offrendosi in pay per view ma con incasso devoluto alle famiglie partenopee bisogno­se.

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport


Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.