CdS – Pandev coinvolto nella grande festa

Che accoglienza per l’ex interista! «Sono felice, comincio in una atmosfera straordinaria»

Già felice di arrivare a Na­poli, Pandev non poteva aspettarsi un’accoglienza simile. E’ stato chiama­to per ultimo. A farlo, ha provveduto l’attore Siani: « Signori, ecco a voi Kung Fu». E dal San Paolo s’è levato un coro fragoroso: «Pandev, Pandev». Fuochi d’artificio, applausi a scena aperta dei sessantamila del San Paolo, un’accoglienza che ha commosso il macedone, già in maglia azzurra e po­sizionatosi tra Mazzarri e Cavani. E’ stata la sua notte, una notte da scintil­le, ieri sera per Goran Pandev è co­minciata una nuova avventura, quella che lo riporterà in Champions e che in Champions da lui il Napoli si aspetta tanto. « Sono felicissimo, questa mia epserienza è cominciata in maniera straordinaria. Sentire i cinquantamila del San Paolo scandire il mio nome è stata una emozione forte. Ringrazio il Napoli per avermi offerto questa op­portunità ». Queste le sue prime paro­le tinte d’azzurro.

VOGLIA DI RINASCERE – Go­ran aspettava una chia­mata che potesse farlo sentire importante. Scartato il Genoa perchè fuori dalle Coppe. Era in attesa. « Appena è stato informato dell’ipotesi-Napoli, non ha avuto il minimo dubbio – confida Carlo Pallavicino, il suo agente italia­no –Mazzarri lo conosceva, l’aveva già seguito in passato. Goran non se l’è la­sciato dire due volte. Ha accettato al­l’istante. E ieri mattina è salito sul pri­mo aereo utile diretto a Capodichino. Dopo la presentazione raggiungerà la nazionale in Macedonia(il 2 impegna­to contro la Russia a Mosca ed il 6 a Skopie contro l’Andorra),poi sarà a completa disposizione del Napoli. Può ricoprire i tre ruoli dell’attacco per cui è da considerarsi la prima riserva dei tre tenori. Ed un attac­co così forte ed tecnica­mente assortito, non esiste in Italia. Pandev ritornerà quello di pri­ma, ne sono sicuro». L’attaccante macedo­ne, che ha scelto il nu­mero 29, ha bisogno di trovare il calore umano che gli è mancato nell’ultimo periodo alla Lazio e la stima incondizionata da parte del tecnico che non ha trovato al­l’Inter. « Napoli può essere la piazza ideale per lui, troverà tutte le condi­zioni per sprigionare le sue capacità in zona gol », aveva sottolineato DelioRossi, l’allenatore che più di altri ha saputo valorizzarlo (14 gol in un cam­pionato con la maglia della Lazio)

SPAURACCHIO DEL BAYERN– A Monaco ancora ricordano quel gol all’‘ 88 che spinse l’Inter in semifinale di Cham­pions. Ma sempre nel club tedesco ri­cordano quando nel 2007 Lotito rifiu­tò una megaofferta per il macedone (circa 30 milioni); successivamente ci provarono anche Liverpool e Real Ma­drid. Pandev ha accumulato 27 presenze nelle coppe internazionali, di cui 20 so­lo in Champions League (13 con l’In­ter, 7 con la Lazio). Ed in una doppia sfida con il Real Madrid, con la maglia della seconda squadra della Capitale, realizzò una doppietta all’andata ed un gol al ritorno. Una dose di esperienza europea che al Napoli mancava.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.