Verifica decisiva sul San Paolo: domani il delegato Uefa darà il responso finale

È in programma per oggi e domani a Napoli la “Site Visit” prevista dall’Uefa nei confronti delle squadre che parteciperanno alla prossima Champions League. Stamane ci sarà il sopralluogo per il terreno di gioco (Marano) indicato dal Napoli per effettuare gli allenamenti di rifinitura delle squadre alla vigilia delle gare ufficiali in caso di indisponibilità (avverse condizioni del tempo) del San Paolo. Successivamente la delegazione Uefa si dirigerà ad Aversa, campo di gioco prescelto al momento dal Napoli per disputare le partite interne della Youth Champions League, la nuova competizione riservata alle formazioni Primavera. Ci sarà un sopralluogo anche sul terreno di gioco dello “Gibaud” di Torre Annunziata, campo di gara alternativo a quello di Aversa. Domani mattina la delegazione Uefa sarà invece al San Paolo, unitamente a tutti i responsabili organizzativi della società azzurra, ed ai tecnici delle varie emittenti assegnatarie dei diritti televisivi, per la consueta verifica che si svolge in tutti gli impianti delle società che giocheranno la prossima edizione della Champions League. Quella di domani sarà anche la giornata decisiva per il rilascio del certificato di agibilità del San Paolo. È infatti stata indetta in Prefettura una riunione, tra tutte le parti interessate, per analizzare le varie relazioni tecniche eseguite sulla staticità dell’impianto di Fuorigrotta, e poter così, all’esito, concedere il definitivo via libera alla agibilità dello stadio. Il Napoli dal canto suo, lavorando intensamente negli ultimi giorni, è riuscito a completare tutti i lavori così come prescritti dall’Uefa nello scorso dicembre 2012, ed ora attende fiducioso l’ispezione definitiva del delegato norvegese Borno per verificare l’avvenuto completamento dei lavori di restyling allo stadio, in programma non prima del prossimo 22 luglio. L’importo per l’esecuzione dei lavori di circa un milione di euro circa, è stato interamente anticipato dal calcio Napoli. Successivamente i soldi saranno rimborsati alla società azzurra dal Comune, grazie ad una specifica delibera già approvata che ha appostato in bilancio la spesa. Ottenuto l’agognato certificato di agibilità il Napoli potrà finalmente richiedere alla Figc la speciale deroga per poter tornare a giocare le partite interne, sia del campionato, che della Champions League, al San Paolo. Il Napoli infatti, nella richiesta di licenza Uefa presentata alla Figc lo scorso 30 aprile, aveva dovuto indicare lo stadio Renzo Barbera di Palermo come impianto alternativo.

 

Fonte: Il Mattino

La Redazione

A.F.

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.