Coronavirus, altro rinvio in Serie A: non si gioca Udinese-Fiorentina

C'è un altro rinvio causa Coronavirus

Niente Udinese-Fiorentina. La causa è sempre la stessa, quella che ha fermato quattro partite della venticinquesima giornata di Serie A: il coronavirus. Data la situazione, infatti, la Regione Friuli-Venezia Giulia ha emanato una delibera vietando – tra le altre cose – tutte le manifestazioni sportive da domani, 24 febbraio, al 1° marzo. Di conseguenza, anche Udinese-Fiorentina (in programma il prossimo 29 febbraio alla Dacia Arena di Udine) dovrà essere rinviata a data da destinarsi. Di seguito, ecco quanto si legge sul sito ufficiale della Regione:

Considerata la contiguità territoriale del Friuli Venezia Giulia rispetto al Veneto, dove si sono verificati finora 25 casi nei comuni di Vò e Mira e non è stato ancora identificato il caso indice, e tenuto conto che tale evento potrebbe allargare i focolai epidemici, sono state decise con l’ordinanza misure urgenti che saranno attive da domani fino al 1 marzo compreso. Viene disposta la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi in luogo pubblico o privato sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva, religiosa; discoteche e locali notturni.

Fonte: FoxSport

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.