Danilevicius: “Per la Juve Stabia la salvezza è sicura”

Rispetto per tutti, timore per nessuno. È questo il diktat di Tomas Danilevicius alla ripresa degli allenamenti dopo la sconfitta rimediata sabato a Torino da una Juve Stabia per lunghi tratti dell’incontro brillante.

C’è grande rammarico per il risultato dell’Olimpico”

confessa la punta lituana.

Abbiamo disputato una partita ai limiti della perfezione e ad un quarto d’ora dalla fine cominciavamo a credere di poter davvero portar via almeno un punto. Il gol di Bianchi è stato fantastico, peccato sia stato il frutto di un nostro errore in fase difensiva. Ciò che comunque deve farci sorridere è la nostra reazione alla rete del Torino: anziché scoraggiarci, abbiamo continuato ad attaccare con grande disinvoltura e con un pizzico di fortuna in più, magari, saremmo potuti tornare a casa imbattuti“.

Chi però non ha gradito la gara disputata dagli uomini di Braglia è stato Ventura, tecnico dei granata.

«Dichiarazioni del genere non devono neanche sfiorarci. Ognuno affronta gli avversari di turno nel modo che più ritiene idoneo. È chiaro che vi sia una differenza enorme tra chi lotta per conquistare la promozione e chi invece, come noi, deve salvarsi. Siamo stati bravi nel non concedere spazi e ad affrontare la partita mettendo da parte le emozioni che potevano derivare dal calcare un campo così prestigioso e ricco di storia».

Una prestazione frutto soprattutto della determinazione di un gruppo che può fare della coesione la propria arma migliore.

«Raramente in carriera mi è capitato di confrontarmi con una rosa tanto unita. Lo spirito è quello delle grandi squadre, se continueremo a dimostrarci determinati come nelle ultime cinque gare potremmo salvarci senza particolare sofferenza. Per tutti noi la serie B rappresenta una vetrina straordinaria che vogliamo a tutti i costi dimostrare di meritare. I più giovani rispecchiano la fame di grande calcio della città, per questo la tifoseria si sta stringendo intorno a noi al punto da seguirci anche quando giochiamo al nord. Ora che gli impegni con la Lituania sono diminuiti, spero di poter regalare qualche gioia in più ai nostri tifosi».

Tra i tanti ragazzi a disposizione di Piero Braglia particolare attenzione meritano due compagni di reparto di Danilevicius, Mbakogu e Raimondi

Stanno dimostrando di poter tranquillamente confrontarsi con questa categoria”

sottolinea l’esperto attaccante.

Dispongono di mezzi tecnici straordinari e in questo avvio di stagione stanno contribuendo con sacrificio, reti ed assist alla nostra causa. Sono convinto che hanno il talento necessario per meritarsi in futuro anche palcoscenici più importanti della cadetteria”.

Un esempio importante, in tal senso, potrebbe giungere proprio da una Juve Stabia che ha dimostrato di non aver affatto risentito della penalizzazione inflitta dalla Disciplinare.

«Dispiace ritrovarsi nuovamente in piena zona retrocessione quando sul campo abbiamo conquistato ben 13 punti. Pazienza, noi calciatori possiamo fare ben poco se non concentrarci sul campionato e sperare che nel contempo i gradi di giudizio successivi ci siano almeno in parte favorevoli».

Per puntare alla salvezza, al di là di sentenze di sorta, sarà però fondamentale collezionare vittorie al Romeo Menti, a partire da sabato:

«Dovremo massimizzare il fattore casalingo per salvarci, altrimenti sarà dura. Sabato affronteremo il Bari con la determinazione di sempre, il suo prestigio non ci spaventa affatto. Sia chiaro, la Juve Stabia ha rispetto per tutti, timore di nessuno».

Parole che andranno confermate sul campo.

 

La Redazione

P.S.

Fonte: Il Mattino

 

 

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google