De Laurentiis: “Vorrei Alex Del Piero nel Napoli”

Il capitano bianconero pensa solo alla Juventus

Sull’orlo dell’addio alla Juve, Alessandro Del Piero ha cento motivi d’orgoglio: i gol che lucidano la classe, le barricate affettuose dei tifosi, la stima di altre società che si traduce in elogi e ammiccamenti. Ieri, a spendere belle parole per lui, è stato il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis: «Ho sempre avuto una grande passione per Del Piero, l’ho contattato più volte per averlo come attore. La sua educazione e appartenenza alla Juventus mi hanno sempre colpito, mi pare proprio una gran bella persona e da noi per queste persone c’è sempre posto. Lui è al di sopra di ogni sospetto» . Un’apertura che stride solo in apparenza con la politica ispirata alla linea verde: il capitano bianconero varrebbe uno strappo, perché, al di là del contributo tecnico, favorirebbe la crescita dei talenti. «Ho sempre inneggiato a squadre estremamente giovani – conferma il patron azzurro -, dipendesse da me schiererei solo diciannovenni e ventenni. Vista la sua esperienza e classe, Del Piero sarebbe un consulente eccezionale per la società, ma sono certo che questo ruolo lo svolgerebbe più volentieri alla Juve» .

PROMESSA – Anche Alex sostiene che il Napoli è il suo futuro, però parla della prossima partita: intende dire che non sbircia ancora nella prossima stagione, che è concentrato esclusivamente sul campo: «Battendo l’Inter non abbiamo dato un segnale al campionato ma a noi stessi, superando un ostacolo difficilissimo e mantenendo il distacco dal Milan. L’unico segnale a cui dobbiamo pensare ora è quello di domenica: sarà sicuramente dura perché il Napoli è una squadra molto forte» . Ritroverà gli azzurri nella finale di Coppa Italia, che vuole vincere per mantenere una promessa fatta a se stesso quando scese in B, quella di riportare la Juve al successo. Sollevare il trofeo sarebbe un bel modo di congedarsi, sempre che non si realizzino – è durissima – i sogni popolari di rinnovo. «Partita dopo partita – spiega -, abbiamo fatto un ottimo cammino e vissuto grandi soddisfazioni: adesso possiamo pensare in grande, l’ambizione è gioire per qualcosa di importante» .
SERENITA’ – Troppa ombra e tanta panchina. Mai uno sfogo, nemmeno dopo una settimana così: viene spontaneo chiedere a Del Piero il segreto della sua serenità. «Leggo, guardo la tv e sto con i bambini…» sorride, poi risponde sul serio: «Fondamentalmente cerco di non lasciare nulla al caso e di non soffermarmi sulle parole dette e sulle scelte fatte fino a oggi: la mia carriera non deve essere inquinata da niente, voglio stare bene, giocare e segnare» . I gol rifilati a Milan e Inter diventano però uno spot per avere ancora più spazio: «Per quanto mi riguarda, farò quel che ho fatto finora: preparare ogni partita con la massima concentrazione, pensando di scendere in campo. Se poi cambia qualcosa, sarò felicissimo» . Ultimo cenno a Vidal, autore dell’assist: «Gli ho promesso una cena che non pagherò. Battute a parte, ha fatto una grandissima cosa: l’ho ringraziato e anche baciato» . Finisce qui, adesso pensa al Napoli: è la prossima partita, per il futuro c’è tempo.
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.


Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.