De Magistris: “Perché per il calciatori il virus ha regole diverse rispetto agli altri cittadini?”

Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa:

“Credo che il buon senso debba prevalere. Continuo a ritenere che l’apertura degli stadi un po’ alla volta si possa fare adesso tranquillamente, con il distanziamento, con gli ingressi scaglionati, col senso di responsabilità. Cosa diversa che per i giocatori vale una regola diversa che per tutti gli altri cittadini: il tema della quarantena. Si è arrivato al caso del Genoa perché per i giocatori c’è una regola diversa rispetto ai cittadini e quindi si è consentito colpevolmente di rischiare un contagio maggiore all’interno delle squadre come avvenuto nel Genoa, perché se non c’è l’obbligo di quarantena anche per chi ha avuto contatti diretti, cosa che c’è per noi per qualunque altro cittadino oltre che per persone delle Istituzioni, qualcuno ci dovrebbe chiedere perché per i calciatori il virus ha una regola di ingaggio diversa che per gli altri cittadini? E siamo arrivati al punto che per colpa di questo modo di procedere, adesso si rischia di chiudere un’altra volta il campionato”.

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.