De Sanctis: “Fischi del San Paolo? Non credo. Il Napoli ha riposato un giorno in più”

De Sanctis: “Fischi del San Paolo? Non credo. Il Napoli ha riposato un giorno in più”

ROMA – La rabbia di Strootman, costata un’ammonizione a tempo scaduto, esprime chiaramente lo stato d’animo della Roma. Il pareggio nel derby è una non vittoria e in quanto tale, al di là dei risvolti emotivi, viene vissuto come un’occasione mancata per accorciare sulla Juve. Ma nello stesso tempo, nessuno ha intenzione di arrendersi a 15 giornate dalla fine del campionato. Sentite Morgan De Sanctis, il portiere meno battuto della serie A: «C’è rammarico, ovviamente. La partita è stata dominata completamente dalla Roma, mentre la Lazio si è difesa a oltranza. Ce ne eravamo già accorti in passato: le squadre che si reputano inferiori alla nostra tendono a coprirsi. Spesso non basta, invece stavolta è bastato. Ma questa domenica ci dice anche che le sorprese sono sempre possibili. Il campionato rimane aperto».

VERSO IL SAN PAOLO – E ora il Napoli. De Sanctis spera che i suoi ex tifosi non lo fischino: «Per me sarà una serata speciale, sono curioso di vedere come sarò accolto. Non posso che aspettarmi qualcosa di positivo, visti i miei quattro anni a Napoli. I segnali che ho avuto dalle persone che conosco vanno in questa direzione. Ma anche Mazzarri non avrebbe meritato fischi e insulti, quindi non so cosa capiterà a me». Sulla partita, spiega:  «Troveremo un ambiente difficile ma la prestazione della Roma nel derby è confortante. Penso che il 3-2 di Gervinho possa pesare nella doppia sfida. In questo caso Benitez non potrà però dire che la Roma è avvantaggiata, visto che il Napoli ha riposato un giorno in più». La chiusura è sul possibile ritorno in Nazionale. De Sanctis preferirebbe non andare in Brasile, anche se Prandelli sarebbe felice di averlo vicino: «La mia decisione è stata presa. Ne riparleremo alla fine della stagione, quando il ct diramerà le convocazioni. Ma non credo che sarò chiamato, quindi non ci sarà bisogno di rinunciare».

DIFENSORI – Tornando al derby, Mehdi Benatia affida a Twitter il suo pensiero: «Siamo tutti dispiaciuti per questo pareggio. Abbiamo fatto il massimo ma purtroppo abbiamo trovato una squadra che pensava solo a difendersi. Il campionato è ancora lungo ma adesso testa al Napoli perché vogliamo vincere la coppa».
Fonte: Corriere dello Sport


Traduttore e giornalista, ha conseguito con lode la Laurea Specialistica in “Lingue e letterature romanze e latinoamericane” presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale” dopo aver concluso, il percorso triennale in “Lingue, letterature e culture dell’Europa e delle Americhe”. Nel 2010 inizia a scrivere per il mensile “Quattroparole” occupandosi di cultura, spettacolo ed attualità. Nell’agosto del 2011 approda nella redazione di Iamnaples.it dove si occupa, prevalentemente, di seguire l’avventura della Juve Stabia nel campionato cadetto.

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google