Dietrofront del ‘giornalista’ sessista: “Chiedo scusa, ma non alla federazione. Ho fatto una c…ata!”

'Scuse' non propriamente lineari di Vessicchio, ecco il suo infelice intervento a Radio Crc

Un video impazza in rete. Durante una telecronaca, un giornalista parla di “Assistente donna, una cosa inguardabile…”. Trattasi di tale Sergio Vessicchio che oggi interviene in radio per dire che:

“Giusto che l’Ordine faccia i suoi passi, ho sbagliato e chiedo scusa a tutti gli arbitri donna e, in particolare, alla signora che è stata offesa dalle mie stupide parole. Ho fatto una c…ata! Ho espresso dei pensieri male articolati in diretta, chi fa questo mestiere sa come sia difficile tornare sui propri passi in diretta. Spero che Ottavio Lucarelli (presidente dell’Ordine dei giornalisti campani ndr) tenga conto delle mie scuse e del mio pentimento anche se mi aspetto, ovviamente, dei provvedimenti. Ho attaccato il sistema, alle donne farei dirigere il Mondo. Volevo attaccare il sistema, alla Federazione non chiedo scusa.”

Evidentemente il Signor Vessicchio farebbe comandare il Mondo alle Donne, ma non farebbe loro dirigere una partita di calcio. Questo il sunto del poco felice intervento del ‘giornalista’ sulle frequenze di Radio Crc.

 

 

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.