Dopo due giorni di riposo, Mazzarri ripartirà senza 11 nazionali

Il Napoli dovrà adeguarsi all'orario di domenica

E a colazione cappuccino e spaghetti. Forse. La dieta, ai tempi del calcio del Terzo Millennio, induce a divagare: e (pure) stavolta non c’è verso di sforare, né di far da sé. Non l’hanno fatto (a Cesena e all’Olimpico di Roma nella passata stagione), non lo faranno adesso: perché questo Napoli di bravi ragazzi ascolta, memorizza e poi esegue. Il piano di avvicinamento a Parma, l’antipasto della settima giornata, è già scandito e, come un anno fa, inutile rivoluzione, meglio adeguarsi lentamente.
Suggerimenti che ritornano, per la vigilia del “Tardini”: sveglia normalissima, otto e trenta, e poi a tavola con calma, alle 9.30, però stavolta senza il caffèlatte ma con i carboidrati, un piatto di pasta o anche di riso; poi le carni bianche, eventualmente bresaola, un bel po’ di formaggio – parmigiano, naturalmente – e crostata. Così si fece, all’epoca delle prime due sfide delle 12,30, così accadrà domenica mattina, nell’insolito breakfast sulla via Emilia che verrà preparato venerdì, a Castelvolturno, nell’unica giornata dedicata alla simulazione per vedere l’effetto che fa.
Il resto è routine: si ricomincia nel pomeriggio, dopo due giorni di riposo, e sarà allenamento innanzitutto atletico, e magari psicologico: senza undici calciatori – e quasi tutti titolari: De Sanctis e Maggio con Prandelli, Cavani e Gargano in Romania, Campagnaro e Fernandez contro Dzemaili e Inler in Argentina-Svizzera a Berna; e poi Hamsik in Turchia, Pandev in Lussemburgo e Zuniga a Miami – diventa complicato per Mazzarri reimpostare gli schemi.
Però, si procede: la prima seduta è classica, come la seconda; poi nel vivo del match si entra direttamente dopodomani, avendo praticamente l’organico al completo; e sabato rifinitura, secondo antiche abitudini. Sarà già così strano il risveglio alla domenica.

Fonte: Corriere dello Sport

La Redazione

A.S.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.