Dzemaili scalpita: “La rabbia per la Supercoppa è alle spalle. Spero di giocare a Palermo”

La freccia azzurra va ch’è un piacere e fa niente se quelle buche potrebbero complicar la corsa e indurre a deragliare: Napoli-Olympiacos vale, eccome se vale, perché a sette giorni dal campionato bisogna capire come stanno le gambe e anche la testa e basta da un’occhiata a Christian Maggio per rendersi conto che la strada, il binario, è quello giusto. «Stiamo bene, vogliamo presentarci a Palermo in forma, queste gare stanno aiutandoci nella fase di rodaggio. Non possiamo lamentarci di quello che siamo stati capaci di creare in queste amichevoli. Direi che abbiamo offerto una bella prova». L’ultima «finzione» prima che scocchino le ore e mezza della verità ribadisce vecchie certezze e quel Maggio che accelera come un indiavolato ne rappresenta una di queste. «Ho capito che ne avevo ed ho provato, devo dire che alla distanza è andata persino meglio».

IL «BOMBER»– E però c’è dell’altro: c’è uno Dzemaili che decide di prendersi il centrocampo in mano, di dare un bell’aiutino ad Inler, e poi di travestirsi persino da goleador, come accaduto l’anno scorso in alcune circostanze, come ribadito con l’Olympiacos e stavolta su punzione dal limite area, una novità. «Il gol è una soddisfazione, chiaramente, ma a noi interessano i meccanismi. Devo dire che ogni giorno che passa ci sentiamo sempre meglio e pure contro i greci abbiamo fatto vedere buone cose. Non vediamo l’ora di cominciare». Le ombre cinesi ormai sono distanti e Palermo si avvicina: Dzemaili ci si avvia a grandi passi, con una investitura da (quasi) titolare ed esperimenti (primo tempo a sinistra, nella ripresa a destra) che testimoniano la sua polivalenza, la capacità di sapersi adattare in qualsiasi zona del campo. E allora, tra sei giorni si farà sul serio e Dzemaili scalda i piedi per riuscire a strappare una maglia sin dal primo minuto. «Io ci spero ma so bene che siamo in tanti e che sarà sempre una elettrizzante competizione. Ma tutti quanti contro l’Olympiacos abbiamo mostrato di avere lo spirito giusto e questo ci dovrà caratterizzare sempre nel corso di una stagione ricca di appuntamenti. Il risultato positivo aiuta, la gente mi è parsa soddisfatta e lo siamo anche noi. La rabbia per la sconfitta nella finale di Supercoppa è passata, la testa è già al campionato. E’ stata una bella serata anche per Insigne e Vargas, che fanno molto movimento».
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.F.
Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.