Dzemaili: “Sono felice, ma solo a metà”

Per il centrocampista svizzero è record a livello realizzativo

Evidentemente è la giornata delle ammissioni e delle ramanzine. Autocoscienza, si potrebbe chiamare. Ed è un segnale di grande maturità: “Siamo colpevoli”. Dopo Mazzarri e Cavani, anche Blerim Dzemaili fa outing. E non usa mezzi termini, lo svizzero. Non risparmia, in un giorno di estrema amarezza, la critica più dura possibile per il pareggio in rimonta del Catania. Due punti volati via in un minuto sull’autostrada del sole. Qui Napoli, a voi Roma laziale. «La squadra c’è. E lotterà» .

CHE RABBIA – E allora, la festa rovinata. « Sì, perché questa è stata la mia centesima partita in serie A e purtroppo neanche il gol mi ha permesso di festeggiare nel migliore dei modi». Un classico. « Diciamo che sono felice a metà».  Per esagerare: Dzemaili ha la medesima espressione di tutti i compagni che sfilano via dal San Paolo. Lividi di rabbia, incavolati neri. « E’ assurdo farsi rimontare così. Non è possibile beccare due gol così. Siamo stati sfortunati e colpevoli». Una parola che rimbomba.
PROBLEMA 1: PALLE ALTE – A far più rumore, se possibile, è però il vuoto aereo. I vuoti sulle palle alte, il problema più palese di questo periodo azzurro; di certo determinante come nessun altro. « Sapevamo che il Catania era molto ben organizzato e pericoloso sulle palle inattive, eppure abbiamo preso due gol».  Dzemaili non lesina. Non fa sconti. Non si nasconde dietro parole di circostanza. « E’ davvero un peccato non aver vinto questa partita. E’ un peccato aver perso due punti. Siamo molto dispiaciuti. Dobbiamo riflettere: mercoledì ne parleremo con Mazzarri».  Alla ripresa. Le riunioni a caldo, soprattutto nelle giornate roventi, non servono praticamente a nulla.

PROBLEMA 2: GESTIONE – L’analisi di Blerim, intanto, non finisce qui. Non si limita alle critiche sulla gestione delle situazioni inattive, no. E anzi, ricorre la frase perfetta per la sintesi del caso: « E’ assurdo farsi rimontare così: dopo il 2-1 avremmo dovuto giocare con maggiore tranquillità. Avremmo dovuto girare il pallone con più serenità, controllando la partita, e invece non è andata così. Anzi, abbiamo anche concesso al Catania due o tre azioni in contropiede che andavano evitate. Abbiamo sbagliato e ciò significa che dovremo migliorare anche sotto questo aspetto». 

PROBLEMA 3: MENTALITA’ – La terza considerazione dell’amara domenica del Napoli parte dal grido di Cavani. Che, in un solo concetto, ha dichiarato come alla squadra sia mancata la voglia di vincere. Dzemaili prima sgombera il campo da un possibile alibi: « La stanchezza? No, per me non si è trattato assolutamente di stanchezza». E poi si ricollega alle parole del compagno: « La voglia di vincere c’è sempre, ma deve restare al massimo fino all’ultimo istante. Come la concentrazione, soprattutto sulle palle alte. Siamo magari stati sfortunati sul palo di Pandev, ma dopo il 2-0 abbiamo mollato un po’: non deve accadere». 

LA RIMONTA – E ora, sotto con la Juve e la Lazio. Avanti di 3 punti: « Il terzo posto? Ci giocheremo molto nello scontro diretto di Roma, ma prima ancora c’è la Juve: per me sarà una sfida speciale perché sono stato nel Torino». Tante critiche, e va bene, ma che gol il suo: « Ripeto, sono felice a metà. Certo mi ha fatto piacere. Anche per aver triplicato il mio record personale in Italia». Ed eguagliato quello dei campionati svizzeri 2006 e 2007 (con lo Zurigo).

Fonte: Corriere dello Sport

La Redazione

A.S.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.