Emergenza azzurra Cavani e Aronica sono ko per l’Inter

 E adesso scattano due allarmi in casa Napoli in vista della partita contro l’Inter, l’anticipo di sabato sera allo stadio Meazza.
Cavani e Aronica, due pilastri azzurri, protagonisti anche contro il Villarreal, rischiano con molta probabilità di saltare la sfida. Il Matador si è infortunato al 21′ del secondo tempo, quando è stato colpito duro da Musacchio in area. Un forte dolore al piede destro e pochi minuti dopo Mazzarri, raccogliendo l’indicazione del medico sociale De Nicola, ha effettuato la sostituzione del bomber uruguaiano, al secondo gol in due partite di Champions, lanciando in campo Pandev.
I cinquantamila del San Paolo hanno naturalmente applaudito a lungo Edy, così come avevano fatto alla fine del primo tempo, quando un suo difettoso appoggio a De Sanctis aveva messo Nilmar in condizione di calciare pericolosamente verso la porta azzurra.
Cavani è uscito dagli spogliatoi trequarti d’ora dopo la fine della partita, zoppicando leggermente. Evidente, inoltre, la fasciatura sistemata all’altezza della caviglia destra. Questa comunque la diagnosi del dottor De Nicola:

«Distorsione della caviglia destra. La situazione sarà da valutare nei prossimi giorni».

Oggi verranno effettuati gli accertamenti di rito, però le possibilità di vedere Cavani in campo a Milano contro il connazionale Forlan e Pazzini sembrano essere davvero poche, quasi zero. Ai cronisti che lo hanno intercettato nella zona mista degli spogliatoi del San Paolo il Matador alla fine ha regalato soltanto una battuta:

«Come va? Diciamo così così».

Se Cavani (che durante la sosta dovrebbe raggiungere l’Uruguay per le prime due partite delle qualificazioni mondiali) non riuscisse a recuperare per la partita contro i nerazzurri, al suo posto giocherebbe Pandev, che fino allo scorso agosto ha indossato proprio la maglia dell’Inter. Il giocatore è stato ceduto negli ultimi giorni di mercato al Napoli, in prestito, quando De Laurentiis e Mazzarri si accorsero che occorreva potenziare ulteriormente la prima linea azzurra.
Ma per Mazzarri c’è comunque anche un problema per la difesa. Aronica, proprio nelle ultime battute della partita contro il Villarreal, ha infatti accusato un dolore alla coscia. Una contrattura, forse un piccolo stiramento: anche la situazione che riguarda l’esperto giocatore, che ha ripreso il posto da titolare dopo l’infortunio di Britos, sarà valutata in queste ore dallo staff medico coordinato dal dottor De Nicola.
Le possibilità di recupero, anche in questo caso, appaiono comunque molto ridotte. Non a caso a fine match Mazzarri ha fatto gli elogi ad Aronica perché ha stretto i denti, visto che il Napoli stava subendo l’assalto degli spagnoli. Se dovesse cambiare assetto anche la difesa, appare quindi probabile l’impiego di Campagnaro nella zona di sinistra, quella abitualmente occupata dal difensore palermitano, e l’utilizzo dal 1′ di Fernandez, il giocatore prelevato dall’Estudiantes nello scorso dicembre, uno dei volti nuovi della Seleccion argentina guidata da Sabella.
E così alla fine i sorrisi per la prima vittoria in Champions si sono inevitabilmente affievoliti osservando le condizioni Cavani e Aronica negli spogliatoi: non è il modo ideale per prepararsi all’assalto dell’Inter.

La Redazione

A.S.

Fonte: Il Mattino

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google