Emiliano Sala, l’autopsia: morte per ferite a testa e tronco

Emiliano Sala, l’autopsia: morte per ferite a testa e tronco

Emiliano Sala è morto per ferite alla testa e al petto quando il suo aereo si è schiantato contro il Canale della Manica il mese scorso, questo l’esito dell’inchiesta accolto oggi.
Il calciatore 28enne, che aveva appena firmato per Cardiff City, è stato identificato dalle sue impronte digitali dopo che il suo corpo è stato recuperato dal mare da una squadra di specialisti. Wales Online riferisce che: “Le indagini hanno stabilito che Emiliano Sala è stato identificato da prove di impronte digitali. La causa della morte, che è stata stabilita dopo un autopsia, viene data come ferite alla testa e al torace: un patologo descrive la causa della morte come ferite alla testa e al tronco “. L’indagine completa sull’AIB in caso di incidente aereo dovrebbe durare da sei a dodici mesi, anche se un rapporto intermedio è previsto entro due settimane.

Sala volava a Cardiff da Nantes il 21 gennaio quando l’aereo, un Piper Malibu, si schiantò contro il mare. Il corpo del calciatore argentino è stato recuperato dalle macerie sul fondo del mare la scorsa settimana e portato a Portland, motivo per cui l’apertura dell’inchiesta si è svolta a Dorset. Il corpo del pilota David Ibbotson è ancora mancante.


La redazione di IamNaples.it

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google