ESCLUSIVA- Greco (ag. Fifa): “Il vivaio azzurro ha fatto passi da gigante”

ESCLUSIVA- Greco (ag. Fifa): “Il vivaio azzurro ha fatto passi da gigante”

Lo stage “Regalati un sogno” è stato un grande appuntamento per lo scouting in Campania. Sono stati presenti tanti osservatori ed addetti ai lavori alla ricerca di talenti da aggregare agli organici delle proprie squadre giovanili. La manifestazione tenutasi a Sant’Antonio Abate è stata organizzata dall’agente Fifa Domenico Mafrica, coadiuvato da Salvatore Greco che ha rilasciato delle dichiarazioni sull’evento:

Ci fa un bilancio della manifestazione “Regalati un sogno”?

“L’evento ha riscontrato un enorme successo, è iniziata dal 2009 con cadenza bimestrale ma quest’anno abbiamo avuto la migliore prova dal punto di vista qualitativo. Gli osservatori presenti a Sant’Antonio Abate hanno annotato diversi nomi che li hanno maggiormente impressionati, da questo punto di vista noi abbiamo lavorato davvero bene, si è puntato molto sulla qualità. Lo stage è servito a presentare tanti giovani talenti ad osservatori di club di A, B e Lega Pro”.

Quali sono le giovani promesse che la sua agenzia è pronta a presentare nel mondo del grande calcio?

“Parto da Carmine Spera classe ’96, dalle prospettive interessanti, un calciatore alla “Pirlo”, centrocampista centrale è passato dal Pescara al Padova, per poi andare alla Juve Stabia dove ora sta giocando negli Allievi Nazionali di Catello Gargiulo. Da segnalare Gabriele Cisano, trasferitosi dal Bari alla Nocerina, il portiere Rocco Nardozzi e l’esterno destro Ernesto Sparita della Nocerina, che si sta facendo le ossa in Serie D”.

Il calcio italiano sta dimostrando maggiore attenzione ai giovani, anche se non siamo ancora al livello di coraggio di altri campionati stranieri. Perchè secondo lei?

“Parto da un presupposto. Il calcio non è per tutti, per arrivare alla massima serie bisogna avere tutte le caratteristiche fisiche, tattiche, tecniche, ma soprattutto quella mentale. Se i ragazzi non posseggono questi requisiti è difficile che possano giocare in prima squadra e non vi nascondo che è molto difficile arrivare a grandi traguardi, ci sono tanti talenti e mi auguro che riescano a raggiungere grandi risultati in serie A. Noi della S.M.C. lavoriamo per i giovani, crediamo in loro, in passato abbiamo avuto giocatori importanti in serie A e ci piace puntare sui ragazzi sin dalla tenera età, con l’augurio che possano far bene una volta diventati professionisti”.

Noi seguiamo con una certa continuità il settore giovanile del Napoli. Secondo lei si può arrivare a raggiungere i risultati che stanno ottenendo altre società in questo campo come Roma, Inter e Milan?

“Io vengo da Castellammare di Stabia, osservo con grande attenzione i settori giovanili campani, trattandosi a mio avviso della zona più fertile d’Italia in termini di talenti. Per me il Napoli con Francesco Barresi, responsabile del settore giovanile azzurro, sta facendo passi da gigante in questo senso, è riuscito a trasmettere professionalità all’ambiente. I risultati delle compagini giovanili lo dimostrano. Del resto calciatori come i fratelli Insigne e tanti altri sono il risultato di così tanta fatica nella crescita dei giovani compiuta dai dirigenti del vivaio azzurro. La Juve Stabia, purtroppo, non è a questi livelli; i risultati delle “vespe” sembrano trasmettere dei progressi in tal senso ma bisogna lavorare sulla scollatura presente tra vivaio e prima squadra”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco

 


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google