ESCLUSIVA – Marino: “Vincere a Pordenone per invertire il rendimento in trasferta”

ESCLUSIVA – Marino: “Vincere a Pordenone per invertire il rendimento in trasferta”

Dopo la grande prova di sabato scorso contro la Torres, le ragazze della Carpisa affronteranno il Graphistudio Pordenone al “Comunale di Bottecchia” per confermare gli enormi progressi di gioco e di risultati del 2013. La squadra friulana, sulla carta,  non dovrebbe creare problemi. Tuttavia, è una compagine dotata di enorme esperienza e che ha già dato filo da torcere alle tartarughine. Il tecnico Tosolini cercherà di recuperare le energie fisiche e nervose delle sue ragazze per sabato, dopo il derby di mercoledì contro il Tavagnacco, ben giocato ma perso nei minuti  finali. Tra le file della formazione neroverde ci sono giocatrici valide in ogni reparto: difesa esperta, ma non velocissima con Bortolus, Schiavo e Lavia. A centrocampo c’è da temere De Val Stabile e Paroni, giocatrici di quantità e qualità al tempo stesso. Nel reparto avanzato Piai e Sadonati formano un misto di potenza e agilità. Le azzurre di mister Marino dovranno giocare con l’intensità delle ultime partite, con questo spirito si può fare il colpaccio che consentirebbe di confermare il quinto posto. I precedenti sono tutti favorevoli al Napoli: 3 vittorie in 3 partite, tra serie A2 e massima serie. La Redazione di IamNaples.it intervista mister Peppe Marino sulla sfida alle friulane e sul momento delle azzurre.

Domani ci sarà la gara contro il Poordenone. All’andata le friulane vi hanno fatto un po’ soffrire, specie nel primo tempo. Cosa dovrete fare per non farvi sorprendere dalla compagine nero verde?

“Il Pordenone troverà una Carpisa completamente diversa da quella dell’andata, loro dovranno preoccuparsi di noi. La mia squadra sta attraversando un buon momento di forma e andremo lì convinte dei nostri mezzi, le friulane sono una squadra da rispettare, ma la nostra prerogativa è di giocare al meglio delle nostre potenzialità, farlo dal primo minuto e migliorare il nostro rendimento fuori casa. Mentre in casa otteniamo il massimo, in trasferta abbiamo un rendimento altalenante e perciò da domani dovremo invertire la rotta”.

Nel 2013 la tua squadra oltre ad ottenere i risultati, hanno giocato anche un buon calcio. Avete fatto una preparazione specifica durante l’inverno?

“Sicuramente stiamo lavorando bene durante la settimana, le nostre prove sul campo il sabato ne sono una prova. Sin dal primo giorno di ritiro ci siamo sempre ripromessi di esprimere sul campo un buon gioco, logicamente si è pagato dazio all’inizio per la poca esperienza, ma una volta assimilata la mentalità della massima serie tutto ci è riuscito al meglio. Sappiamo che c’è da migliorare, in ogni partita ci sono molte insidie e ci auguriamo di fornire prestazioni sempre positive”.

Il mister della Torres Tesse vi ha elogiato per la mole di gioco espressa e per non aver concesso nulla alla sua squadra. Secondo te contro le sarde siete andati oltre le più rosee aspettative?

“Non la considero una sorpresa la nostra gara, io la definirei programmazione. Ci siamo fissati degli obiettivi chiari, sono contento, però visto il potenziale delle miei giocatrici sappiamo che possiamo fare ancora meglio”.

Le tue mosse a match in corso risultano spesso vincenti, vuol dire che sai benissimo cosa ti possono dare le ragazze che partono dalla panchina?

“Io so di poter contare su un gruppo di ragazze davvero valide, possono giocarsela con chiunque nelle serie A. Per me non esistono titolari o riserve, ognuno di loro combatte per il gruppo, c’è molta unione di intenti”.

Il presidente Lello Carlino ha elogiato il rendimento della tua squadra ed affermato che con due/tre innesti si può lottare per il vertice costantemente. Tu che ne pensi?

“Attualmente io non ci penso, dobbiamo chiudere quanto prima il discorso campionato e arrivare più in alto possibile. A fine stagione vedremo cosa ci sarà da fare sul mercato, in base ai nostri obiettivi. Io so quanto possono dare le mie ragazze sul campo, il gruppo è stato scelto da me e fino alla fine parlerò solo ed esclusivamente delle nostre partite”.

Intervista a cura di Alessandro Sacco


Studente di “Lettere Moderne” presso l’Università Federico II è giornalista pubblicista da Gennaio 2012; Arbitro Ufficiale della Federazione Italiana Pallacanestro dal 2006. Sposa il progetto di IamNaples.it nell’Agosto del 2010. Collabora, come redattore, con Casoriadue Settimanale da Settembre del 2009, curando nel ruolo di web master il sito della suddetta testata.

Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google