EuroLeague, al Napoli oltre un milione

EuroLeague, al Napoli oltre un milione

Oltre 900 milioni di euro per la Champions League e quasi 210 per l’Europa League. Queste le somme che i club partecipanti alle coppe europee in questa stagione 2012-2013 si divideranno.
Ma ecco i premi di Europa Leeague. Il fatturato totale della competizione è di 225 milioni, ai quali se ne aggiungono 40 dalla Champions League. I club partecipanti si divideranno 208,75 milioni di euro, di cui 125,25 di premi fissi a risultato e 83,5 tramite il «market pool». Le partecipanti ai play-off (fra cui Inter e Lazio) riceveranno 100 mila euro.
Le 48 società ammesse alla fase ai gironi (fra cui il Napoli) otterranno direttamente 1,3 milioni di euro. A questa cifra si sommano 200 mila euro per vittoria e 100 mila euro per pareggio nei gruppi. Le vincenti dei gironi intascheranno 400 mila euro supplementari e le seconde 200 mila. Quindi, ulteriori 200 mila euro per i sedicesimi di finale, 350 mila per gli ottavi, 450 mila per i quarti, un milione per le semifinali. La finalista riceverà 2,5 milioni, la vincente 5. Globalmente il club che si aggiudica il trofeo potrà ottenere fino a 9,9 milioni, oltre alla parte del «market pool».
Intanto il sorteggio dei playoff delle coppe europee, a Nyon, è stato abbastanza benevolo con le squadre italiane. L’Udinese ha buone possibilità di accedere alla fase a gironi di Champions contro il Braga. In Europa League, l’Inter è favorita contro il Vaslui, ma meno della Lazio contro i modesti sloveni del Mura. L’Udinese trova sulla propria strada i portoghesi del Braga, forza emergente del calcio lusitano: nel 2010-2011, proveniente dai gruppi della Champions League, arrivò in finale d’Europa League, sconfitto dal Porto.
In Europa League, l’Inter deve vedersela con il Vaslui (andata in Romania il 23 agosto, ritorno a Milano il 30). «Una squadra difficile da affrontare e i confronti col calcio romeno non sono mai agevoli» avverte il dg nerazzurro Marco Fassone. Ma l’Inter può essere soddisfatta per aver evitato lo «spauracchio» playoff, l’Anzhi Makhachkala di Hiddink e dell’ex Etòo. «Affrontare i russi sarebbe stato più difficile», ammette Fassone. Decisamente meglio è andata alla Lazio che se la vedrà col Mura (andata all’Olimpico il 23 agosto, ritorno in Slovenia il 30).

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google