Europa League, il coefficiente di difficoltà delle avversare del Napoli

Focus sui sorteggi di Europa League

Sono terminati i playoff di Europa League. Tante le sorprese, viste le uscite di Wolfsburg, Sporting Lisbona, Galatasaray, Copenaghen e Basilea. Ha superato il turno il Milan, dopo una partita infinita durata quasi tre ore contro il Rio Ave e una serie clamorosa di calci di rigore. Insomma, il quadro è completamente delineato. Il Napoli al momento della composizione dei gironi eviterà le squadre di prima fascia e i rossoneri, presenti in terza. La redazione di IamNaples.it ha stilato la lista completa delle squadre presenti in ciascuna fascia.

Bisogna anche valutare il coefficiente di difficoltà di ciascuna squadra. Il Napoli eviterà le squadre più forti, certo, ma l’Europa League per i partenopei potrebbe comunque riservare parecchie insidie. Ecco perché verranno valutate le possibili avversarie e le saranno assegnate un coefficiente di difficoltà: ‘ALTO‘ (nel caso, per esempio, di squadre come il Leicester o la Real Sociedad); ‘MEDIO‘ (Feyenoord e LASK); ‘BASSO‘ (CSKA Sofia e Antwerp). In più, ci saranno le trasferte da evitare.

Le squadre che il Napoli non potrà incontrare ai gironi saranno: Arsenal, Tottenham, Roma, Benfica, Bayer Leverkusen, CSKA Mosca, Sporting Braga, Gent, PSV, Celtic, Milan.

Le squadre con coefficiente di difficoltà ‘ALTO’: Leicester, Real Sociedad, Granada, Hoffenheim, Lille, AZ.

Alcuni di questi club sono ben conosciuti a livello internazionale. Squadre inglesi, spagnole e tedesche, sono senza dubbio più attrezzate rispetto alle altre pretendenti. In più il Lille, ex squadra di Osimhen, ha rimpiazzato bene il nigeriano, acquistando Jonathan David, Botman e accogliendo Karnezis. Mentre l’AZ ha a disposizione calciatori in attesa di compiere il famoso salto di qualità: Stengs, Idrissi (il Napoli era interessato), Koopmeiners, Boadu.

Le squadre con coefficiente di difficoltà ‘MEDIO’: Dinamo Zagabria, Feyenoord, LASK, Nizza, Stella Rossa, Rangers.

Il LASK Linz ha addirittura eliminato lo Sporting Lisbona in trasferta. La Dinamo Zagabria ha offerto tanti talenti al calcio europeo negli ultimi anni, anche se sta attraversando una crisi. Il Nizza ha qualcosa in meno rispetto a quelle di coefficiente di difficoltà ‘ALTA’: Vieira ha da imparare ancora tanto e i rossoneri concedono sempre troppo in difesa. Poi la Stella Rossa, che il Napoli ha conosciuto bene un paio di anni fa ai gironi di Champions. Come anche il Feyenoord.

Le squadre con coefficiente di difficoltà ‘BASSO’: Sparta Praga, Slavia Praga, Young Boys, Rapid Vienna, PAOK, Standard Liegi, AEK Atene, Cluj, Rijeka, Dundalk, Slovan Liberec, Antwerp, Lech Poznan, Wolfsberger, CSKA Sofia.

Insomma, tutto sommato il Napoli è di parecchio superiore a questo tipo di squadre. Parlano i valori tecnici, i numeri, l’esperienza. Alcune di queste, però, possono avere degli exploit nel corso degli anni nelle competizioni europee: come lo Slavia Praga, arrivata anche a pareggiare contro l’Inter al Meazza; oppure lo Young Boys, che batté a Berna proprio il Napoli, all’epoca allenato da Rafa Benitez. Insomma, nessuna partita è facile, ma confrontarsi con il PAOK è un’altra cosa rispetto al Leicester, per usare un eufemismo.

Le trasferte da evitare: Sivasspor, Hapoel Be’er Sheva, Maccabi Tel Aviv, Qarabag, Zorya, Ludogorets, Molde, Omonia Nicosia.

Per una questione di distanza, è sconsigliabile che il Napoli incontri una delle squadre citate in precedenza: si va dai 3.829,6 km di distanza da Baku (Qarabag), fino ad arrivare ai 1.370,8 km di Razgrad, che non è lontanissima in termini di km, ma la città bulgara, in termini di trasferta, non fa impazzire… (Ludogorets). Nel mezzo, qualche gita interessante a Be’er Sheva con i 3.561 km e i 3.362,9 km di Tel Aviv (Maccabi). Insomma, per i ragazzi di Gattuso è meglio mantenersi verso l’Europa e non verso l’Asia.

Nico Bastone

 

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.