RILEGGI IL LIVE – Gattuso: “Domani ci saranno dei cambi, ma servirà un grande Napoli. Noi fortunati a giocare senza pubblico”

La conferenza stampa di Gattuso e Fabian

Gennaro Gattuso parlerà in conferenza stampa con Fabian alla vigilia di Real Sociedad-Napoli. Gli azzurri dovranno cercare di conquistare la vittoria all’Anoeta dopo aver perso in casa contro l’AZ Alkmaar. Segui la diretta testuale su IamNaples.it.

Fabian: “Mi trovo molto bene a giocare con tutti non solo con Bakayoko, abbiamo giocatori molto forti. Con Bakayoko ho giocato 2 partite e ho più libertà di andare in avanti. Meglio per me. Non è importante la posizione, l’importante è giocare. Mi trovo meglio a centrocampo, ma se il mister mi vuole sulla trequarti va bene”.

Fabian sulla Real:A loro piace giocare a calcio, stanno facendo bene in campionato e in coppa. Domani sarà difficile, siamo due squadre simili e speriamo di vincere”.

Prende la parola Gattuso:Domani sarà una partita importante, ci sono ancora 15 pt a disposizione. Con l’AZ abbiamo preso una mazzata incredibile. Abbiamo fatto la partita che avevamo preparato, anche se abbiamo creato molto poco. Con la Real ci assomigliamo molto, sanno giocare bene e hanno velocità e cattiveria agonistica. Domani ci vuole un grande Napoli. Cambi? In questi ultimi 10 giorni abbiamo speso tanto, bisogna far scendere in campo i giocatori che stanno 100%. Cambierò qualcosa, ma saremo competitivi“.

Gattuso sulla Real Sociedad: La Real non è solo David Silva. Si vede che l’allenatore lavora da tanti anni nel club, hanno anche grande senso d’appartenenza quando scendono in campo. Qui è una bolgia, siamo fortunati a giocare senza pubblico. Hanno grande mentalità, non sono solo qualità. Sanno battagliare, sanno giocare. Hanno tanti giovani molto interessanti, perciò ho detto che ci vuole un grande Napoli per affrontarli“.

Gattuso: C’era poco da dire sull’AZ: abbiamo giocato sotto ritmo negli ultimi 20 metri e quando hai 80% di supremazia territoriale c’è poco da dire. Siamo rimasti sbalorditi dalla partita che hanno fatto, di solito giocano a viso aperto con tutti. In Europa League è difficile affrontare le partite, c’è sempre la preoccupazione giocando il giovedì che la domenica si deve riscendere in campo. Sappiamo che ci siamo complicati la vita e che dobbiamo fare di più. I primi 30′ col Benevento eravamo lenti quando palleggiavamo. Se vogliamo giocare questo tipo di calcio dobbiamo velocizzare e non dare mai punti di riferimento. Dopo sta a me e al mio staff mettere nelle condizioni migliori gli attaccanti. Non stanno dando profondità a Osimhen e dobbiamo trovare noi qualcosa di diverso“.

Gattuso: Già ho deciso la formazione. Abbiamo preparato la partita oggi col mio staff. Con l’AZ è ormai passato. La Real è in gran salute, non è un caso che sono primi in Liga. Ci vuole una grande prestazione non solo a livello tecnico. Bisogna giocare da squadra, saper soffrire e giocare a calcio. Ci possono mettere in difficoltà, ma non dobbiamo fare calcoli. Dobbiamo giocare al massimo. Non esistono più titolari e riserve, vanno bene anche 5 cambi. C’è chi parte dall’inizio e chi ti può far vincere gli ultimi 25′. Noi abbiamo tanti giocatori bravi e lavorare su questo, leggendo bene le partite e i movimenti degli avversari”.

Gattuso: Voglio vincere sia domani, sia domenica. In questo momento abbiamo il dovere di giocare al massimo tutte le competizioni, perché abbiamo una buonissima rosa e quindi abbiamo il dovere di affrontare le partite con tante serietà. Sta a noi trovare le giuste motivazioni anche in Europa League come in campionato. Il Sassuolo è una realtà del nostro calcio, ti palleggiano in faccia e giocano molto bene Ci potranno mettere in grande difficoltà, ma pensiamo a domani“.

Gattuso: E’ un dato di fatto che la Real giochi da squadra, sanno quello che devono fare in fase di costruzione e in fase di non possesso. Tengono bene il campo, hanno giocatori di talento. Hanno qualità tecniche e agonistiche ed è questa la difficoltà. Dobbiamo affrontarli con le loro stesse armi: grande personalità, voglia di giocare e non aver paura, stando lì a soffrire senza dare la sensazione di essere due squadre diverse. Non bisogna fare le cose a metà. Si deve soffrire da collettivo e attaccare con convinzione“.

Gattuso: Sappiamo di aver la pressione addosso dopo aver perso la prima partita. Domani dobbiamo fare una gran partita. La storia della Real Sociedad? Già il fatto che si parla diversamente dallo spagnolo fa capire la mentalità e la cultura. E’ gente che ha grande spirito, il senso d’appartenenza si tocca con mano. C’è una voglia di scendere in campo differente, non mollano su tutti i palloni. Non è solo quello, ma sanno anche giocare a calcio ed è per questo che adesso sta viaggiando molto forte“.

Gattuso su Alguacil: Non è mai facile quando vieni dal settore giovanile e vai in prima squadra. Alguacil è bravo, sa farsi rispettare, sa far giocar bene la sua squadra ed è molto preparato. Quando si parla delle squadre spagnole, cerchiamo sempre di capire cosa fanno meglio. Sanno fare pressione sulla prima palla e hanno palleggio. Vanno fatti i complimenti per la gestione“.

 

 

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.