F.Maglione: “Primi bilanci, le campane saranno protagoniste in tutte le serie”

Il mercato delle società campane entra nel vivo, a partire dal Napoli per finire ai club di Seconda Divisione. E’ tempo di primi bilanci con l’Avv. Francesco Maglione, ex dg di Avellino, Benevento e Bologna e grande conoscitore soprattutto degli aspetti tecnici della Lega Pro. Doveroso esordio con la squadra di Rafa Benitez. “E’ prematuro esprimere una previsione sulla futura stagione degli azzurri – premette Maglione -. Non si può dare un giudizio su un mercato in piena fase evolutiva e che vedrà comunque il club operare 2-3 colpi di notevole spessore dato l’enorme introito economico derivante dalla cessione di Cavani. Pur essendo stato sempre positivo nei miei giudizi sull’operato della società negli ultimi anni, un punto di preoccupazione voglio esternarlo in riferimento ai grandi cambiamenti che saranno avvertiti in conseguenza agli addii di Cavani e Mazzarri: alla cessione dell’attaccante che ha fatto la differenza con i suoi gol, si unisce il ribaltone nella gestione tecnica. Nel calcio di sicuro vi è quel che è stato, meno certo è quel che sarà. Vanno via i due grandi artefici dei principali successi dell’ultimo Napoli. E questo congedo si unisce alla partenza di Lavezzi dell’anno precedente”.

Ingaggi e diritti di immagine: qualcuno tra i tifosi storce il naso.
“Indubbiamente lascia perplessi il mancato arrivo di Gomez a Napoli. Magari sarà stato dovuto al fatto che il club non era ancora certo della cessione di Cavani. Però oggi alla guida del Napoli c’è un allenatore di rango internazionale. Benitez è al centro del progetto tecnico visto che sarà decisivo e determinante per ogni scelta di mercato”.

Che campionato potrà fare l’Avellino?
“L’anno scorso, di questi tempi, indicai l’Avellino come sicura promossa in serie B destando le perplessità di molti addetti ai lavori. Ma i fatti mi hanno dato ragione. A suo tempo potetti esprimere quel giudizio in quanto la squadra era stata già costruita con largo anticipo e rispondeva perfettamente alle connotazioni che doveva avere una rosa con ambizioni di vertice in Prima Divisione. C’erano già quei 5-6 elementi di spiccata personalità che trascinassero dei giovani tecnicamente validi. La compagine è in via di allestimento ed è prematuro esprimere qualsiasi giudizio. Da tifoso il mio augurio è che venga centrato l’obbligo della difesa della categoria: la B è il degno palcoscenico per un pubblico appassionato e competente come quello di Avellino”.

Gli irpini sembrano però avere le idee chiare sul mercato.
“Ho fiducia e stima nel binomio Taccone-De Vito e ritengo che si possa andare ben oltre l’obiettivo minimo della salvezza: ciò me lo lascia ritenere il fatto che vi sia un progetto ad ampio raggio che possa prevedere la serie A in tre anni. Altrimenti non sarebbero comprensibili i contratti a lungo termine fatti sia allo staff tecnico sia ad alcuni giocatori di nuova acquisizione: penso ai triennali a Togni, Pisacane e Schiavon”.

Lei seguirà i Lupi anche più spesso durante il prossimo campionato.
“Sì, infatti sarò opinionista a “Contatto Sport”, un programma che va in onda su Prima Tv, l’emittente di Angelo D’Agostino che è anche lo sponsor ufficiale del club”.

In Prima Divisione, Benevento e Salernitana potranno recitare un ruolo da protagoniste.
“Intanto va detto che l’anno di transizione che vivrà la Prima Divisione sicuramente faciliterà quei club che hanno una maggiore forza economica in un momento di grave crisi come quello attuale. Società che, ovviamente, punteranno alla B. Questo torneo, senza retrocessioni, sarà molto meno competitivo degli anni precedenti. E favorirà realtà come Lecce, Cremonese, Salernitana e, per l’ennesima volta, Benevento”.

In Seconda Divisione si annuncia battaglia.
“E infatti sarà paradossalmente un campionato più competitivo in quanto i club avranno come finalità la salvaguardia del calcio professionistico. Vedo ben posizionate Ischia e Sorrento. L’Ischia per la forza economica, organizzativa e gestionale del club, che vivrà una continuità tecnica nel progetto di Campilongo e del suo staff, rafforzato dall’arrivo di Lello Di Napoli. Il Sorrento, invece, potrà trarre giovamento dal rapporto di collaborazione tecnica col Genoa”

Fonte: TuttoMercatoWeb.

La Redazione.

D.G.

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.