Figliomeni: «Juve Stabia, devi essere adulta»

L’esperto difensore amareggiato per il ko contro il Novara: «Mai vissuta una giornata simile in carriera»

La determinazione sul volto di Giuseppe Figliomeni rappresenta l’istantanea perfetta del desiderio di riscatto della Juve Stabia. Il difensore gialloblù reca ancora i segni della battaglia persa sabato contro il Novara, da dimenticare soprattutto per lui, il più sfortunato. «Non mi era mai capitato di giocare un match tanto devastante sotto il profilo individuale – conferma il centrale calabrese –, è stato davvero un pomeriggio assurdo tra il rigore fischiatomi contro, l’autorete e l’infortunio alla testa. È stata la classica partita storta anche sotto il profilo del collettivo: tutto si è visto tranne che la Juve Stabia che tutti conosciamo». Ad indirizzare secondo Braglia la partita su binari totalmente avversi ai propri colori è stato il discutibile penalty assegnato ai piemontesi in avvio di ripresa. «Ero in barriera e sulla battuta del calcio di punizione mi sono semplicemente girato colpendo il pallone con la spalla – spiega Figliomeni –, neanche mi ero accorto che l’arbitro avesse fischiato il fallo. Sinceramente quell’episodio mi ha convinto poco, ora preferisco non pensarci e ripartire subito in vista del prossimo impegno».
La prestazione contro il Novara, al di là della sconfitta, ha evidenziato un’autentica sindrome per una formazione stabiese il cui puntuale precipitare quando si avvicina ai playoff tanto ricorda la parabola discendente di Icaro. «Se non siamo riusciti a garantire continuità ai recenti risultati vuol dire che non siamo ancora pronti per sognare in grande. La nostra è una formazione giovane –aggiunge il difensore ex Nocerina –, guardare troppo in avanti è nocivo. Anche se può sembrare riduttivo alla luce del grande campionato sin qui disputato, dobbiamo pensare ad una partita alla volta restando concentrati unicamente sulla salvezza». Per una rosa dall’età media di 26 anni è stato particolarmente difficile metabolizzare l’addio di un uomo spogliatoio come Maury. «Donovan era una presenza importante all’interno della squadra – conferma l’erede di Morris Molinari negli schemi di Braglia –, aveva uno splendido rapporto con tutti e fungeva da collante nei momenti più complessi. Ci manca, anche se il nostro gruppo resta comunque molto compatto e unito». Sabato la Juve Stabia dovrà riscattarsi in casa del Varese, una sorta di derby per Figliomeni, il cui cartellino è a metà tra le due società. «Sarà bello tornare lì ed incontrare nuovamente tante persone con cui ho condiviso momenti bellissimi – sottolinea il calciatore –, una volta in campo mi concentrerò però solo sui colori gialloblù. Sono abituato a pensare esclusivamente al presente, ritengo che passato e futuro deconcentrino un atleta. In questa fase penso esclusivamente a conseguire il miglior risultato possibile a Castellammare, poi in estate spetterà alle due società decidere la soluzione migliore per me».
All’Ossola il 26enne ritroverà Rea, suo compagno ai tempi del miracolo sfiorato con la Nocerina. «Angelo è un ragazzo splendido, non solo un gran difensore. Sono felice di incontrarlo nuovamente, anche se stavolta da avversario. In biancorosso ho conosciuto anche Pompilio, le cui qualità sono straordinarie. Sono convinto che qui alla Juve Stabia riuscirà ad esprimere tutto il suo valore». Nonostante la classifica dica ben altro, Figliomeni vieta di definire la prossima una sfida playoff. «Per noi rappresenterà solo una tappa fondamentale verso la salvezza – taglia corto il difensore –, non possiamo prefissarci nessun altro traguardo al momento. L’anno scorso sfiorai il gol dell’ex facendo tremare il ds Milanese, chissà che stavolta non riesca davvero a segnare».

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.

 

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.