Finale di Coppa: biglietti soltanto con la «tessera»

L’Osservatorio non deroga, appena una piccola quota per i gruppi degli ultrà

I biglietti della finale di coppa Italia saranno messi in vendita nella prima fase on line per i possessori della tessera del tifoso di Napoli e Juventus e gli abbonati avranno una prelazione. Poi un’aliquota di biglietti cartacei sarà riservata agli altri, cioè a tutti i tifosi e ai gruppi delle curve che non hanno la tessera. La vendita comincerà dagli inizi di maggio e praticamente si svlupperà in tre fasi: la prima per gli abbonati, la seconda per i possessori della tessera del tifosi e la terza per gli altri.
Queste le misure organizzative varate ieri sera nella riunione dell’Osservatorio del Viminale, a Roma, al quale hanno partecipato Lega, Napoli e Juventus. «Nella riunione l’Osservatorio- spiega un comunicato della polizia diffuso dall’Ansa alle 21.16- dopo aver ascoltato le valutazioni e i pareri di tutte le componenti interessate ha varato un primo pacchetto di misure che è stato ritenuto dallo stesso il migliore per garantire la sicurezza e la fruibilità dell’evento privilegiando già nella fase di acquisto dei tagliandi i possessori di «Juventus Membership» e «Napoli Club azzurro Card».
La vendita on line avverrà a inizio maggio secondo il calendario che sarà definito dalla Lega in accordo con i due club. Il pacchetto di misure varate ieri costituisce solo il primo intervento che apre il progetto per la sicurezza della finale di coppa Italia. Già nei prossimi giorni le autorità di pubblica sicurezza interessate- Roma, Napoli e Torino- la Lega e le due finaliste per la parte operativa saranno al lavoro per dettagliare al meglio l’organizzazione dell’evento.
Questa la decisione presa ieri sera dall’Osservatorio Viminale per garantire la sicurezza dell’ordine pubblico dell’evento. Il Napoli attraverso le parole del presidente De Laurentiis, presente ieri a Roma, aveva chiesto di allargare la vendita a tutti quanti gli altri tifosi così da poter dare la possibilità di vedere la partita anche ai gruppi non tesserati, pur privilegiando gli abbonati e i possessori della card. In parte il Napoli è stato accontentato perchè un’aliquota di biglietti cartacea è stata stanziata. Ma soltanto in parte è stato seguita la linea del club azzurro perchè la maggioranza di biglietti sarà messa in vendita solo ai possessori della tessera del tifoso e per i non tesserati resterà una quota limitata di biglietti.
La decisione di ieri sera, dopo la riunione di Roma, è stata diffusa dall’Ansa in due comunicati, il secondo con testo corretto. Nel primo comunicato delle 20.27 veniva annunciata la vendita attraverso tre fasi e ne venivano indicate solo due: la vendita dei biglietti elettronici ai possessori della tessera del tifoso muniti di abbonamento e ai biglietti elettronici ai possessori della tessera del tifoso delle due squadre. Nel primo comunicato veniva riferito che «l’organismo collegiale, dopo aver ascoltato le valutazioni e i pareri di tutte le componenti interessate, in particolare le due finaliste, ha varato un primo pacchetto di misure che è stato ritenuto all’unanimità, il migliore per garantire la sicurezza dell’evento, privilegiando nella fase di acqusito dei tagliandi i possessori di «Juventus Membership» e «Napoli club Azzurro Card».
Biglietti in vendita da inizio maggio, nei prossimi incontri operativi verrà definito con esattezza il quantitativo di biglietti da riservare alle due tifoserie, quello da vendere on line e l’aliquota cartacea. Il numero di biglietti per tifosi di Juve e Napoli sarà esattamente uguale, dovrebbero essere 31mila i ticket per i fans bianconeri e quelli azzurri. I restanti seimila saranno di pertinenza di Coni e Lega. Orientativamente la divisione dei settori dovrebbe prevedere la presenza dei tifosi azzurri nella tribuna Tevere e in curva nord e quella dei tifosi juventini in Tribuna Montemario e curva sud.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.